Home Dimagrire Come dimagrire con la Pokè Bowl senza rinunce

Come dimagrire con la Pokè Bowl senza rinunce

Si chiama Pokè Bowl e si rivela un piatto unico in grado di far perdere qualche chilo di troppo senza fatica. Scopriamo di cosa si tratta.

Pokè Bowl con tonno- foto pixabay.com

Il dimagrimento si presenta come il risultato di una serie di piccole scelte culinarie e un’attività fisica regolare. Ebbene sì, scelte e non rinunce.

In realtà è sufficiente tenere a mente qualche piccolo stratagemma e consiglio per dimagrire senza fare troppe rinunce e senza perdere il gusto di stare a tavola.

La Pokè Bowl è un’insalatona di riso, pesce crudo, semi oleosi e verdure che può essere declinata ai gusti personali per variare l’alimentazione e perdere peso. Tutto senza fare leva su particolari abilità.

Pokè Bowl: cos’è e come funziona

Quello che chiamiamo Pokè Bowl non è altro che un piatto unico a base di pesce, frutta e verdura perfetto per perdere peso.

L’idea di fondo per dimagrire con questi piatti è preparare insalatone veloci, equilibrate, gustose e sazianti di ingredienti a pezzetti.

Il fatto che la Pokè Bowl sia completa dal punto di vista nutrizionale permette di consumarla all’interno di una dieta sia a pranzo che a cena.

L’insalata di origine hawaiana è un’alternativa golosa e salutare rispetto al sushi perché non contempla l’impiego dello zucchero nella marinata e al sashimi perché costruisce un piatto più completo.

La componente dei cereali fornisce una quota di carboidrati complessi che dona un boost di energia; il pesce crudo rappresenta un’ottima fonte di acidi grassi Omega 3 e proteine nobili; la parte di frutta e verdura si rivela ricca di fibre che donano un elevato senso di sazietà.

Insomma è possibile dare vita a tantissime idee di Pokè Bowl (provando anche le Pokè Bowl con pollo) nei menu quotidiani, a patto che non si usino troppe salse e condimenti grassi.

Il consiglio in più

È possibile dimagrire con la Pokè Bowl mutuando la formula hawaiana e preparando un’insalatona made in Italy: Pokè Bowl con salmone, Pokè Bowl con tonno e così via.

Al posto di pesce locale, alghe marine, noci di Kukui e sale, quindi, è possibile usare il riso, il pesce crudo (rigorosamente abbattuto), gli ortaggi, i semi oleosi, la frutta secca e la frutta fresca.

Basta qualche piccolo accorgimento per rendere le insalatone adatte a chi ha problemi di intolleranza a lattosio e glutine e a chi segue regimi alimentari particolari (Pokè Bowl vegetariana e vegana).

Via libera per esempio al parmigiano o alla caciotta per le persone intolleranti al lattosio, alla quinoa e al riso integrale per gli intolleranti al glutine, alle uova e al formaggio per i vegetariani e al tofu e al seitan per i vegani.

Attenzione a non esagerare. Per poter dimagrire con la Pokè Bowl occorre rimanere nel range di 300-400 calorie per porzione.

Se la Pokè Bowl con le ricette più disparate diventa una mania allora è possibile organizzarsi anche a colazione: yogurt naturale, cereali integrali (crusca e avena) e frutta fresca (non zuccherina).

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.