Riduci caviglie e polpacci gonfi

In caso di problemi circolatori, gambe e caviglie sono le prime a subire una minore irrorazione sanguigna; inevitabilmente questo porta ad una sensazione di gonfiore e pesantezza.

Per capire se le gambe risultano ingrossate a causa della struttura ossea o del gonfiore, basta premere con il polpastrello dietro il malleolo: se si forma un forellino, si tratta di edema (generalmente accompagnato dalla cellulite).

In questo caso, per riattivare la circolazione e drenare i depositi di liquidi, è sufficiente intervenire con una ginnastica leggera.

Per iniziare…
cammina a passo svelto per 5 minuti, prosegui per 20 minuti con una corsa lenta, respirando con il naso. Terminato il tempo indicato, non fermarti all’improvviso, ma cammina per altri 5 minuti, fino a recuperare la normale respirazione.

Per i polpacci…

  1. per 2 minuti, esegui una serie di saltelli sulla punta dei piedi, imprimendo al salto uno slancio sempre maggiore; riposa qualche secondo, poi ripeti l’esercizio per 3 volte;
  2. saltella e ricadi a terra, incrociando i piedi in avanti e indietro e alternando ogni volta le gambe. Continua così per 3 minuti e ripeti tutta la sequenza per 3 volte.

Per le caviglie…

  1. con la punta e il metatarso di un piede contro una parete, sposta in avanti il corpo in modo da flettere al massimo la gamba sul piede, producendo tensione. Esegui 3 serie da 10 movimenti per gamba.

Stretching…
per finire completa con un esercizio di stretching: poggia il piede sopra un piccolo rialzo (ad esempio, una sgabello), poi piegati verso il basso tenendo la gamba tesa. Rimani in questa posizione per circa 20 secondi, ripetendo l’esercizio 2 volte per gamba.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 17 Media: 4.1]