In linea con gli enzimi digestivi naturali

Gli enzimi digestivi sono sostanze sintetizzate da stomaco, fegato e pancreas che intervengono nella fase centrale della digestione, sciogliendo i grossi frammenti di cibo in molecole più piccole e bruciando il grasso che appesantisce il girovita.

Per poter agire efficacemente, questi enzimi hanno bisogno di alcuni micro-nutrienti, detti “coenzimi”, rappresentati soprattutto da vitamine e sali minerali.

Alcune verdure (broccoli, carote, cetrioli, lattuga, pomodori) e frutti, in particolare quelli tropicali (ananas, papaia, banana, kiwi, mango, fichi), contengono elevate quantità di enzimi e coenzimi naturali che favoriscono i processi metabolici e mettono a riposo la produzione di enzimi da parte dell’organismo.

Uno degli enzimi più conosciuti è la bromelina, contenuta nel frutto e nel gambo dell’ananas, che facilita la digestione delle proteine e risolve gli accumuli addominali che si trasformano in cellulite. Simili a quest’enzima sono la papaina (presente nella papaia), la ficina (estratta dal fico) e l’actinidina (contenuta nel kiwi).

Per assicurarsi il corretto apporto di queste sostanze, è sufficiente inserire in una dieta equilibrata 200 g al giorno di tali alimenti, ricordando che l’esposizione al calore e la cottura modificano e distruggono la maggior parte degli enzimi presenti: l’ideale è consumare i cibi freschi.

Per 15 giorni, integra la tua alimentazione con ortaggi ricchi di enzimi (ad esempio un’insalata di broccoli, carote e lattuga) e con frutti tropicali (ad esempio, una macedonia di papaia, ananas, kiwi e banana). Se non riesci a procurarti questi frutti, centrifuga 2 carote con 3 kiwi e bevi il succo ogni mattina, prima della colazione: sgonfia la pancia e riattiva l’intestino.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 8 Media: 4]