Le virtù medicamentose del cedro

Chi pensa che il cedro sia solo un agrume dal sapore fresco e delicato, deve ricredersi. Originario dell’Asia sud-orientale, oggi coltivato in tutto il mondo, è un vero e proprio concentrato di virtù medicamentose.

In passato era utilizzato principalmente come repellente per gli insetti come le zanzare, in modo analogo alla citronella; oggi, le varie ricerche hanno messo in evidenza le preziose proprietà di quest’agrume, che vanno dall’azione contro i radicali liberi, a quella antitumorale del colon, all’azione preventiva dell’obesità.

Il cedro è ricco di sali minerali, vitamina C ed esercita un’azione disinfettante sull’intestino; in particolare, risulta molto utile per chi soffre di colite, soprattutto se il disturbo è virale.

Inoltre:

  • il suo succo elimina gas e fermentazioni, dando sollievo in caso di gonfiore addominale;
  • aiuta a tenere sotto controllo la pressione sanguigna e i relativi sbalzi;
  • ha straordinarie proprietà antiossidanti grazie alla qualità e alla quantità dei flavonoidi presenti nel frutto.

Per sfruttare al meglio tutti questi benefici terapeutici, bisogna utilizzare l’agrume fresco, sottoforma di spremuta o di infuso, o utilizzare l’olio essenziale che si ottiene per spremitura della buccia ed è molto ricco di limonene. Evita, invece, l’uso degli sciroppi industriali (generalmente impiegati per preparare le bevande), ricchi di coloranti, zucchero e aromi chimici.

Per favorire l’attività intestinale e prevenire gli sbalzi della pressione causati da stress, la mattina, prima della colazione, bevi mezzo bicchiere d’acqua tiepida con il succo di cedro.

Quest’agrume è utile anche per la bellezza: per stimolare la crescita dei capelli, friziona 2 volte al giorno il cuoio capelluto con un cucchiaio di alcol e una goccia di olio essenziale di cedro. Non va utilizzato in gravidanza o sui bambini; dopo l’applicazione evita l’esposizione ai raggi solari o a lampade abbronzanti.

Per combattere la cellulite, aggiungi qualche goccia di olio essenziale in una boccetta di olio di mandorle e massaggia dolcemente sulle zone maggiormente colpite dall’inestetismo.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 20 Media: 3.7]