La marmellata di ciliegie, leggera e perfetta per l’estate!

marmellata-ciliegie02L’estate è tempo di vacanze, nel corso delle quali ci si può dedicare con più spensieratezza ai propri hobby, dalla lettura al giardinaggio e perché no… anche alla cucina! Quest’oggi infatti verrà proposta una ricetta deliziosa perfetta per la bella stagione, scelta dal sito DonnaD: la marmellata di ciliegie.

Uno dei frutti più golosi e apprezzati, la ciliegia è rinomata per essere irresistibile, da cui il noto adagio popolare ‘una tira l’altra’..preparare una marmellata di ciliegie non è così semplice come può sembrare e sebbene occorrano pochi ingredienti è necessaria una buona dose di attenzione e pazienza per ottenere un risultato ottimale.

Si comincia con lo scegliere delle ciliegie ben mature e succose, circa due chilogrammi, e si procede alla snocciolatura dopo averle lavate accuratamente. Esistono due modalità differenti anche se a loro modo entrambi efficaci. La prima consiste nel tagliarle a metà e metterle in una pentola d’acciaio inox assieme allo zucchero (circa 400 grammi) e lasciare riposare il tutto per sei o sette ore. Se si vuole ottenere un effetto ancora più light si può utilizzare il fruttosio o lo zucchero di canna.

La seconda invece richiede l’utilizzo di una pentola abbastanza profonda: le ciliegie vanno schiacciate in maniera approssimativa con le mani e successivamente va aggiunto lo zucchero per poi far riposare il contenuto circa sei o sette ore. Successivamente si porta a ebollizione e si lascia cuocere per una decina di minuti, per poi passare il tutto nello schiacciapatate in modo tale da separare i noccioli dalla frutta.

La cottura è uno degli aspetti più delicati e bisogna adoperare un fuoco moderato, evitando di mescolare o coprire la pentola, per circa mezz’ora. A seconda del tipo di ciliegia utilizzata potrebbe volerci anche meno, ad ogni modo quando il contenuto risulta sufficientemente compatto si può spegnere il fuoco. Nel caso il risultato non fosse omogeneo è possibile utilizzare il mixer per ottenere un’amalgama migliore.

Per testare la consistenza basta lasciar cadere una piccola goccia del composto su un piatto: sebbene la quantità sia irrisoria si può notare se la goccia risulta o meno compatta ed eventualmente prendere qualche accorgimento di sopra come spiegato poc’anzi.

Infine si versa la marmellata ancora bollente all’interno di piccoli vasetti di vetro, che vanno richiusi subito ermeticamente e capovolti su un piano di legno. Un consiglio pratico è quello di etichettare i barattoli prima di cominciare a versare il contenuto. Ora non resta che far riposare la marmellata per circa un mese in un luogo buio e fresco prima ti tuffarsi in un mare di piacere. Una volta ottenuta la nostra deliziosa marmellata è possibile utilizzarla per i dolci come le crostate oppure spalmata su una fetta di pane per una colazione dolcissima e leggera! Buon appetito!

 

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 16 Media: 3.9]