Dieta d’autunno

Con l’imminente arrivo dell’autunno, le persone devono prepararsi a dovere. Cominciare con il piede giusto dal regime alimentare è un passo fondamentale per affrontare questo tipo di stagione.

dieta spezie

La dieta d’autunno è studiata appositamente per proteggersi dai cambi d’umore e sintomi influenzali legati al cambio di stagione.

Scopriamo quali alimenti devono essere consumati nel mese della dieta d’autunno. Dato che questo periodo, offre anche nuovi tipi di verdura e frutta da consumare.

Una delle prime regole che dovrebbe essere messa in pratica, qualunue sia la dieta seguita è questa: acquistare sempre prodotti di stagione.

In questo modo ci assicuriamo che la nostra busta della spesa contiene prodotti sani e naturali, evitando quelli coltivati appositamente per questioni di marketing.

Vediamo tanto per incominciare cosa offre l’autunno:

Per quanto riguarda la frutta. Pere, fichi, more, cachi, mirtilli, uva, melograno e fichi d’india.

Per quanto riguarda la verdura. Radicchio rosso, funghi, peperoni, zucca, carote, cicorie, spinaci, melanzane, zucchine, pomodori, cavolo, verze e lattuga.

Questi alimenti sopra citati sono molto salutari e ricchi di sostanze benefiche per l’organismo. Vitamine, sali minerali e sostanze antiossidanti fanno parte delle verdure e frutti della stagione autunnale.

È risaputo che i frutti di bosco sono il top per assimilare minerali, sostanze antiossidanti fibre e vitamine. Per esempio grazie al contenuto di potassio la stanchezza potrà essere eliminata, sintomo che solitamente compare con il cambio di stagione.

Ma quando viene detto frutti di bosco, cosa si intende? More, amarena, ciliegio selvaggio, fragola di bosco, lampone, ribes, gelso, sambuco, mirtilli, etc. Questi appena citati sono appartenenti alla grande famiglia dei frutti di bosco. E non si limitano solamente a combattere la stanchezza, donano innumerevoli effetti all’organismo per esempio:

  • Migliorano il transito intestinale

  • Combattano i radicali liberi

  • Aumentano le difese immunitarie

  • Depurano l’organismo

  • Migliorano la circolazione del sangue

  • Combattano la ritenzione idrica

  • Forniscano dosi elevate di minerali

  • Non fanno ingrassare

E’ abbastanza chiaro il motivo adesso sul perché i frutti di bosco sono tanto ricercati dalle persone che desiderano stare meglio, per godere di tutti i benefici di questi alimenti. Riguardo alla verdura la salute è sempre dentro una botte di ferro. Minerali, vitamine, fibre, antiossidanti, etc. Sono tutte presenti per aiutare l’organismo a vivere meglio e ad affrontare innumerovi situazioni negative tra cui anche i malanni stagionali.

Scopriamo un menù adatto alla situazione, la dieta d’autunno elencata giorno per giorno. Seguendo questo regime alimentare verranno assimilate circa 1300 Kcal giornaliere. Ecco la dieta autunnale settimanale:

verdure

Lunedì

Colazione. Corn flakes oppure muesli (30gr), accompagnati da del latte scremato (200ml). È possibile consumare anche 2 noci. Per concludere un bel caffè o un tè, senza zucchero.

Spuntino mattutino. Un frutto, possibilmente 1 kaki oppure un pera.

Pranzo. Pasta (70gr) e verdure cucinate alla griglia come condimento. La scelta migliore è la seguente: radicchio, zucchine, melanzane e peperoni. Abbinare (200gr) di verdure come contorno (insalata oppure radicchio).

Spuntino pomeridiano. Sorbetto al limone quanto basta e dei mirtilli (100gr). Terminare con un tè verde, sempre senza zucchero.

Cena. Vitello cucinato ai ferri (120gr), dei funghi cotti in padella per abbinare alla carne. Come contorno pane integrale (30gr) e cavolfiore oppure broccoli cotti al vapore (200gr).

Martedì

Colazione. 1 Yogurt magro, mirtilli (100gr), ed anche 4 mandorle. Caffè o tè senza zucchero.

Spuntino mattutino. Fichi (100gr), l’importante che siano freschi.

Pranzo. Riso (60gr) condito con del prosciutto cotto (40gr) e funghi quanto basta. Come contorno insalata (200gr)

Spuntino pomeridiano. Tè verde senza zucchero e uva nera, oppure bianca (100gr).

Cena. Pesce cucinato al cartoccio (180gr di merluzzo, orata o branzino), come contorno spinaci (250gr) cucinati al vapore e del pane di segale oppure integrale (30gr).

Mercoledì

Colazione. Marmellata (2 cucchiai) e 2 fette biscottate per accompagnare. Caffè oppure tè non zuccherato. Per quanto riguarda la marmellata scegliere quella d’uva, oppure quella di prugne.

Spuntino mattutino. 1 Yogurt magro, e chicchi di melograno quanto basta.

Pranzo. Frittata di zucchine (non più di 2 uova), pane integrale (30gr) e lattuga per concludere (200gr).

Spuntino pomeridiano. Frutta fresca (150gr) scegliere ribes, more e mirtilli per realizzare la vaschetta da consumare. Finire lo spuntino con tè verde, sempre senza zucchero.

Cena. Petto di pollo cucinato i ferri (130gr), funghi trifolati come accostamento (200gr) preparati in padella. Pane di segale (30gr)


Giovedì

Colazione. Latte scremato (200ml), aggiungere muesli oppure corn flakes (30gr). Caffè o tè senza zucchero.

Spuntino mattutino. Un frutto, tra 1 kaki oppure un pera.

Pranzo. Insalata di rucola, carote, cetrioli, pomodori, funghi e sedano (250gr) e della bresaola (90gr) e limone quanto basta.

Spuntino pomeridiano. Sorbetto alla fragola quanto basta e dei mirtilli (100gr). Tè verde senza zucchero.

Cena. Pesce a scelta tra tonno o pesce spada (150gr) preparato ai ferri. Pane integrale (30gr) e zucchine cotte al vapore (250gr).

Venerdì

Colazione. Come martedì.

Spuntino mattutino. Come martedì.

Pranzo. Pasta integrale (70gr) e ricotta magra (2 cucchiai), verdure come contorno (200gr) cucinate alla griglia. È possibile anche integrare con dei funghi.

Spuntino pomeridiano. Come martedì.

Cena. Manzo cucinato ai ferri (100gr), bietole come condimento (200gr) cucinate al vapore, pane di segale (30gr) per concludere la cena.

Sabato

Colazione. Come mercoledì.

Spuntino mattutino. Come mercoledì.

Pranzo. Insalata di mare (150gr), per la scelta scegliere tra questi: gamberi, seppie, calamari e totani. Patate cucinate al vapore (100gr) pomodori e prezzemolo quanto basta.

Spuntino pomeridiano. Come lunedì.

Cena. Petto di tacchino cucinato ai ferri (130gr), carote preparate al vapore (200gr) e pane integrale (30gr).

Domenica

Colazione. Macedonia con melograno, uva, mele e pere (150gr). Caffè oppure tè verde, sempre senza zucchero.

Spuntino mattutino. 1 Yogurt e melograno (i chicchi del frutto).

Pranzo. Riso (70gr) e radicchio rosso quanto basta. Come contorno invece insalata di sedano, carote e cetrioli (200gr)

Spuntino pomeridiano. Dei frutti di bosco (150gr) e del tè verde, senza zucchero.

Cena. Passata di verdure e del pesce cucinato al vapore (sogliola 180gr). Pane integrale (30gr) e funghi quanto basta.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 17 Media: 4.1]

ClaudiaL

Informazioni sull'autore
Appassionata di dieta, alimentazione, benessere e rimedi naturali. Curiosa quanto basta per tenermi sempre aggiornata e creare contenuti che possono rivelarsi utili agli altri!
Tutti i post di ClaudiaL