La frutta secca nella dieta d’autunno

L’autunno è arrivato e la stagione chiede di potare avanti una dieta nutriente ma leggera, forse un po’ più ‘calorica‘ rispetto all’estate ma sicuramente mai pesante. Come è possibile combinare la giusta richiesta di energia di questi mesi con un piano dietetico che permetta di non ingrassare? Il segreto risiede nella scelta di alimenti stagionali, in linea con i mesi che stiamo vivendo e di cibi abili nell’offrire tutte le sostanze nutritive di cui il corpo ha bisogno.

In questa stagione risulta particolarmente importante alimentarsi con frutta secca di buona qualità, la quale si rivela essere una vera miniera di preziose sostanze nutritive e anche un’ottima fonte di energia pura e pronta da consumare. La frutta secca non è tutta uguale, quindi vediamo quali sono le tipologie più benefiche, ricordandoci che è buona norma consumare frutta secca al naturale, quindi mai tostata o aromatizzata con sale e zucchero. Le calorie di questi prodotti ‘lievitano‘, infatti, in modo esponenziale e una singola porzione di frutta secca con sale o zucchero può raddoppiare il suo valore calorico in un baleno. La tostatura elimina anche molte delle proprietà nutritive originali della frutta secca, quindi è sempre meglio fare una scelta al natura e, se possibile, acquistare la frutta secca in guscio, per essere sicuri di poter contare su un alimento sano e naturale.

La frutta secca non è tutta uguale!

frutta-secca

Cerchiamo di capire quali sono le caratteristiche dei diversi tipi di frutta secca e di notare le virtù che essa contiene, per dare vita ad un piano alimentare buono e completo.

Le noci: le noci sono fra la frutta secca più salutare e ricca di calorie, in quanto 100 grammi di prodotto contengono ben 650 calorie. Come accade con la frutta secca in generale, è buona abitudine consumarne una porzione di circa 20 grammi e abbinarla sempre ad un frutto fresco di stagione per le merende e i dopo pasto salutari. Le noci sono però una vera miniera di sali minerali preziosi come il fosforo, il potassio e il calcio e contengono molta vitamina B1, B2, B6 ed E. Non stupisce comprendere che le noci sono alleate della bellezza della pelle e dei capelli, ma soprattutto contrastano efficacemente l’invecchiamento, grazie alla presenza di omega 3 e di acido linoleico, importante per il buon funzionamento dell’apparato cardio vascolare. Le noci possono quindi essere consumate da fiducia, soprattutto dalle persone che soffrono di colesterolo alto e che hanno problemi di pressione alta, perché sono un toccasana naturale molto efficace. Va infine ricordato che non esistono solo le noci tradizionali, ma anche le noci del Brasile, dalla forma più lunga e dal sapore dolce, che presentano un elevato contenuto di potassio, le noci pecan, molto caloriche ma ricchissime di antiossidanti e le noci di macadamia, prodotti pregiati che contengono burri naturali preziosi per il benessere della pelle e dei capelli.

Le nocciole: gustose e invitanti, le nocciole sono fra la frutta secca più utile per la salute del cuore, in quanto contengono abbondanti quantità di fitosteroli. Le nocciole contengono inoltre molta vitamina E e, come tutta la frutta secca, lavorano per la salute dell’organismo contrastando l’ossidazione, grazie all’alto contenuto di acido linoleico e di omega 3. Ricordiamoci che le nocciole sono particolarmente utili in autunno in quanto sono una naturale fonte di magnesio. Sappiamo che la carenza di magnesio può portare alla comparsa della spossatezza e anche alla nascita di disturbi muscolari e legati all’affaticamento. Consumare una manciata di nocciole al giorno contribuisce a migliorare le difese immunitarie in questo periodo, ma anche a rilassare i muscoli e a migliorare il tono dell’umore.

benefici+frutta+secca

Mandorle: fra tutta la frutta secca a nostra disposizione, le mandorle si rivelano essere le più leggere anche le più ricche di proprietà nutritive. Si tratta di un frutto ricchissimo di polifenoli, quindi consigliato per il benessere della pelle e anche per contrastare in modo naturale la comparsa del rilassamento cutaneo e delle rughe. Grazie ai fitosteroli e alle fibre contenute, le mandorle sono importanti per combattere il colesterolo cattivo e possono essere consumate giornalmente per attuare una buona lotta contro i radicali liberi. Le mandorle sono fra gli alimenti che contengono più acido folico in assoluto. Diventa quindi importante assumerle in gravidanza per attuare un’integrazione naturale di questa sostanza, utile per evitare la formazione della spina bifida e anche di deformazioni al feto. Al naturale, in farina, ma anche in versione a granella, le mandorle sono ingredienti speciali della cucina italiana e vengono impiegate soprattutto in pasticceria. Il metodo più salutare per consumarle è al naturale, ma un dolcetto a base di mandorle può regalare tanto buon umore e aiutare l’organismo a fare il pieno di minerali e vitamine preziose per il suo benessere.

Abbiamo analizzato la frutta secca più diffusa e anche quella più benefica, ma non dobbiamo dimenticare che sono disponibili anche gli arachidi, che nella versione naturale e non tostata o aromatizzata sono davvero preziosi, perché apportano tanti sali minerali rari e anche un buon contenuto di vitamina E. Fondamentali per il loro apporto di potassio e sodio sono i pistacchi, una frutta secca molto buona e particolare, che contiene un’alta percentuale di grassi positivi per l’organismo. Va da sé che la frutta secca naturale può essere gustata ogni giorno nella misura di circa 20 grammi, 30 grammi al massimo, quindi diventa piacevole alternare i vari tipi di alimenti, a seconda dell’estro e dell’umore.

La frutta secca può altresì essere impiegata in cucina come completamento di tante ricette creative. Se pensiamo, ad esempio alla decorazione di carni magre come il pollame oppure alla preparazione di primi piatti gustosi, possiamo affidarci ai sughi preparati con frutta secca selezionata come le noci e i pistacchi, mentre per guarnire le insalatone si possono impiegare buoni triti di nocciole abbinati a semi e ad altra frutta secca. La creatività chiede quindi di emergere in questa stagione autunnale, dove la frutta secca può rivelarsi davvero preziosa, perché assicura il giusto apporto energetico e da vita ad un’integrazione alimentare seria e proficua per il benessere di tutto l’organismo.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 14 Media: 5]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM