Se hai delle infiammazioni rinuncia a cibi acidificati e conservati

Un rischio importante viene dai nitriti e dai nitrati, additivi presenti soprattutto negli insaccati, prosciutti, wurstel, carni in scatola e altri prodotti a base di carne, pesci marinati e a volte anche in prodotti caseari. Essi conferiscono a questi prodotti un caratteristico colore rose o rosso, coprono l’odore sgradevole della carne e hanno un’azione conservante. In ambiente acido e in particolare nello stomaco, i nitriti in particolare si trasformano in acido nitroso il quale, legandosi alle ammine, dà origine alle nitrosammine, che sono sostanze riconosciute come cancerogene.

I nitrati sono presenti anche in molti vegetali come barbabietole, spinaci, rape e sedano, che comunque hanno la capacità di assorbire e far espellere le scorie con le feci. I nitrati di origine vegetale, tra l’altro, non sono dannosi come quelli presenti nei cibi di origine animale e possono essere dunque assunti in totale tranquillità . Ottima è l’insalata di spinaci crudi, sono curativi e anche cotti a vapore conditi con olio d’oliva; assorbono le tossine in eccesso.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 9 Media: 5]