Imparare a risparmiare nella spesa alimentare

Young woman in the supermarket choose food

La feroce crisi economica che attanaglia il nostro paese conduce le persone a risparmiare sotto ogni fronte, soprattutto se esse stanno vivendo condizioni di precariato lavorativo. Imparare a risparmiare nella spesa alimentare è un’arte che deve essere imparata e che può rivelarsi molto più divertente di quello che sembra. La spesa alimentare erode una gran parte del nostro stipendio, per questo, dove e quando possibile, è importante fare attenzione.

Risparmiare non significa in nessun caso acquistare cibi scadenti, ma ingegnarsi per trovare le soluzioni migliori da applicare. Anzi, dopo un po’ di tempo si impara a comprare solo cibo di qualità e a mangiare anche di meno. Il risparmio deve essere generato da un sinergia di fattori, i quali agiscono in concomitanza per regalare tanti denari risparmiati alla fine del mese. Vediamo assieme alcuni piccoli trucchi da applicare, per dare il via ad una spesa ottima e intelligente.

Tutti i trucchi per risparmiare al supermercato

  • segniamoci all’inizio del mese quale è l’ammontare di soldi previsto per la spesa mensile;
  • iniziamo a procurarci i volantini delle offerte dei supermercati vicini all’abitazione o al luogo di lavoro e cerchiamo con un bel pennarello colorato quali sono le offerte che più ci interessano. Fatto? Allora dedichiamo il tempo della spesa acquistando in alcuni punti vendita le cose più convenienti, scegliendo al massimo due ipermercati. Così facendo si evita di sprecare tempo e carburante, recandoci da una parte all’altra della città in nome di un risparmio di 50 centesimi!
  • iniziamo a pensare all’acquisto di prodotti sfusi. I detersivi, così come la pasta, i cereali e i fiocchi per la colazione, vengono venduti sfusi in molti negozi e promettono un ottimo risparmio!
  • informiamoci sulla possibilità di aderire ad un GAS, un gruppo di acquisto solidale per la fornitura di frutta e di verdura. Nelle grandi città ce ne sono molti e possono aiutare a risparmiare tante risorse sull’acquisto dei vegetali.

Risparmiare insieme (divertendosi)

Per il primo mese possiamo accontentarci di questi ‘esperimenti‘, mettendoli in pratica e confrontando il risparmio effettuato sulla cifra di previsione segnata all’inizio del mese. Nel periodo successivo, le tecniche possono essere raffinate, cercando soluzioni di acquisto particolari sul web, chiedendo di aderire agli orti urbani, oppure coinvolgendo amiche e amici in progetti di acquisto comune. L’unione fa la forza e, a conti fatti, questo è un metodo simpatico e positivo per spuntare prezzi molto interessanti sul campo alimentare.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 10 Media: 4]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM