Come cucinare con pochi grassi?

cucinare-con-meno-grassi-piatto

Chi sta portando avanti una dieta ipocalorica deve fare molta attenzione ai metodi di cottura, giacché da essi deriva spesso l’apporto calorico dei piatti. Ogni dieta votata al dimagrimento chiede di impiegare metodologie salubri, che riducono l’apporto di grassi e di conseguenza delle calorie introducibili durante i pasti.

Ma come si fa a cucinare senza grassi?

La regola numero uno inizia dalla spesa. Cerchiamo di non acquistare il burro o degli oli particolarmente grassi come quelli di semi e invece concentriamo la nostra attenzione su condimenti sani e leggeri, come l’olio di oliva, l’olio di semi di lino e quello di canapa. Per le persone che soffrono di acidità è possibile acquistare un olio di semi di girasole, molto neutro e leggero, a patto che sia bio e di ottima qualità.

I piatti possono quindi essere preparati evitando i classici soffritti, oppure realizzandoli sostituendo all’olio dell’acqua. In che modo? In una padella di ceramica antiaderente cerchiamo di mettere le verdure per i soffritti, che solitamente rappresentano la base di molti piatti e ‘tiriamoli’ con semplice acqua per cuocerli prima di aggiungere gli altri ingredienti. Cerchiamo di limitare l’uso del sale e al suo posto impieghiamo dei triti di erbe aromatiche, che donano sapore ai piatti senza appesantirli. Al termine della cottura abituiamoci a condire il tutto con un cucchiaio di olio di oliva o di altra tipologia a crudo, che in questo modo propone inalterati i suoi elementi nutrienti.

Cambiamo i metodi di cottura

Per quanto riguarda gli altri cibi, affidiamoci al vapore e alla piastra. Il vapore è una metodologia di cottura molto intelligente, in quanto mantiene inalterate le virtù dei cibi e permette di godere di tutto il loro sapore. Prepariamoci quindi ad acquistare un cestello per questa cottura o una vaporiera, un elettrodomestico molto utile che permette di cuocere anche più alimenti contemporaneamente grazie al gioco di cestelli. Anche la piastra si propone ideale per cuocere carni e pesci in modo salutare, accompagnandoli sempre con un condimento eseguito a crudo. Mettendo in pratica questi semplici consigli si possono abbattere le calorie introdotte con i grassi in cottura e gustare piatti sani, nutrienti e ricchi di sapore.

Per quanto riguarda i prodotti da forno, è possibile sostituire il classico burro con alimenti diversi, come ad esempio il ghee, ovvero il burro chiarificato che presenta molti meno grassi rispetto alla versione classica, oppure scegliere di impiegare l’olio di oliva. In rete o nei manuali sono disponibili moltissime ricette che prevedono l’olio nella preparazione di torte, biscotti e focacce. Grazie a questo trucco il sapore rimarrà pressoché invariato e i prodotti da forno risulteranno più leggeri, meno calorici e sicuramente buonissimi.

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM