Le mille proprietà delle liquirizia

La liquirizia è una pianta magica, dal sapore speciale, che viene impiegata in erboristeria e nell’alimentazione dai tempi antichi in quanto possiede molte virtù terapeutiche. La liquirizia fa parte della specie delle Papilionacee e a differenza di quello che si crede ne esistono in natura più di quindici varietà. La pianta è molto bella; ha un forte fusto legnoso e può raggiungere anche il metro di altezza. Si tratta di un vegetale che può essere coltivato in semplicità anche nei nostri vasi e in terra, in quanto non necessita di particolari cure e ben si adatta al clima del nostro paese. Solitamente viene impiegata la radice estratta dalle piante che hanno almeno tre anni di età, la quale viene lavorata per essere resa disponibile in decotti, infusi, tisane e anche per essere consumata al naturale nei famosi bastoncini grezzi. La liquirizia è la base di moltissime caramelle, più o meno pure, che possono essere mangiate per sfizio ma anche per migliorare alcune funzioni dell’organismo.

liquirizia-le-proprieta-benefiche-per-la-salute-1

La liquirizia pura si rivela come un ottimo espettorante nel caso di problemi respiratori. A differenza dell’eucalipto e della menta, piante preziose per questa funzione, la liquirizia associa all’azione purificante delle vie aeree una intensa azione antispasmodica e cicatrizzante, quindi può essere impiegata nei casi di tosse perenne e come coadiuvante della salute dei fumatori. La funzione di questa magica radice non si ferma però all’azione balsamica, in quanto la liquirizia si rivela essere una pianta benefica per il sistema digerente e per la salute generale dell’apparato gastrointestinale. Gastrite, gastroduodenite e ulcera sono patologie che possono essere curate dolcemente con l’assunzione di preparati a base di liquirizia, in quanto la pianta lenisce l’apparato e sconfigge le infiammazioni in modo naturale.

La liquirizia è impiegata da chi ha problemi di pressione bassa, in quanto è portata ad alzarla in modo molto repentino, quindi viene consigliata ai soggetti che soffrono di sfinimento e di spossatezza. Al contempo, la pianta ha una forte funzione lassativa, quindi può diventare parte di un’integrazione mirata a velocizzare l’organismo e a stimolare le funzioni digestive. Al contrario, la liquirizia non è consigliata alle persone che soffrono di ipertensione e anche ai soggetti che hanno un metabolismo veloce, in quanto si potrebbe ottenere l’effetto contrario, ovvero indurre palpitazioni e tachicardia se assunta in dosi massicce; per quanto riguarda il sistema digerente, la pianta potrebbe stressarlo troppo conducendo all’insorgenza della diarrea. In ogni caso si tratta di un vegetale terapeutico dalle mille virtù, semplicissimo da reperire e che può essere impiegato sia in cucina nella preparazione di piatti dolci e salati sia come valida integrazione naturale per migliorare il tono e il benessere generale dell’organismo.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 14 Media: 4]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM