La dieta delle star: arriva la SuperSalute

Una nuova dieta sta spopolando fra le star del nostro paese e si propone di contagiare tutti con un piano alimentare abbastanza intelligente e, a quanto pare, efficace per perdere i chili di troppo e ritrovare un’ottima forma fisica. Si tratta della dieta SuperSalute, regime che ha conquistato Elenoire Casalegno e Elisa D’Ospina che si sono già innamorate di questa dieta semplice e fresca, ma soprattutto votata alla ricerca della salute.

kitchen clock

La dieta SuperSalute è considerata un metodo rivoluzionario per perdere peso e si trova ben spiegata nel volume edito da Sperling&Kupfer La Dieta SuperSalute. Ideatore e scrittore è il cardiologo ed esperto di nutrizione, Massimo Gualerzi, il quale è partito da una considerazione interessante, ovvero per dimagrire non bisogna fare rinunce, ma votarsi alla ricerca della salute, l’unica base che può assicurare il dimagrimento.

I pilastri della dieta SuperSalute sono quattro e si basano innanzitutto sulla cronobiologia, ovvero la ricerca del cibo giusto al momento giusto, su una fase detossinante che si propone di scuotere e risvegliare il metabolismo dormiente, sulla preferenza accordata ai cibi SuperSalute e sulla consapevolezza che l’obiettivo può essere raggiunto se non è troppo lontano dalla realtà.

La dieta SuperSalute chiede quindi di consumare gli alimenti ad un certo orario, perché i macronutrienti non subiscono la stessa metabolizzazione durante il corso della giornata. È quindi importante conoscere quando è ideale mangiare carboidrati che contemplano il 55% del fabbisogno quotidiano, i grassi che toccano il 30% e le proteine che arrivano al 15%. i carboidrati vanno evitati alla sera e preferiti durante il giorno, mentre le proteine sono amiche del riposo e chiedono quindi di essere assunte per cena. Il tutto si completa con la richiesta di bere molto e di mangiare vegetali in grandi quantità, al fine di disintossicare l’organismo e aiutarlo nel processo di perdita peso.

Si tratta, a conti fatti, di una dieta salutare come suggerisce il nome, che per il primo mese chiede di eliminare il sale e di sostituirlo con le spezie e di consumare carne rossa solo una volta alla settimana, nonché di ridurre al minimo il consumo di latte e di latticini. Nel corso del secondo mese la dieta SuperSalute si propone di eliminare definitivamente il latte e anche il sale, mentre nel terzo mese la carne subisce una drastica riduzione, solo 1 volta ogni 20 giorni. Niente uova nel quarto mese e poca carne e formaggi, zero sale e un’alimentazione sempre arricchita da frutta e verdura di stagione.

La dieta SuperSalute non annovera quindi i latticini e prevede l’abolizione di sale e del consumo massivo di carne. Le proteine e i sali minerali vengono ricercati nei super food, alimenti benefici che vengono introdotti nel piano alimentare per il loro alto contenuto di nutrienti. Fra i molti spicca l’impiego consigliatissimo dell’aceto di mele, alimento depurante e che dà una mano a ristabilire la normale funzionalità dell’organismo e quindi non deve mai mancare nelle tavole di chi segue la dieta SuperSalute.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 12 Media: 5]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM