Infusi e decotti per stare meglio

Quando arrivano in raffreddore e l’influenza, è utile ricorrere all’infuso di sambuco. Si prepara come un tè, portando l’acqua a ebollizione in una pentola e versando a fuoco spento 5 grammi di fiori secchi in un litro di acqua. Bevetene diverse tazze ogni sera fino alla scomparsa dei sintomi nel giro di due o tre giorni. Un infuso ad azione lassativa, suggerito dalla tradizione svizzera, può essere così preparato: anice frutto contuso 15%; finocchio frutto contuso 15%; liquirizia radice 10%; sabuco fiori 10%, senna frutto 50%. Preparare un infuso al 5% (5 parti di miscela per 100 ml di acqua): bevete una o due tazze al giorno.

Decotto: fate bollire circa 100 grammi di corteccia sminuzzata in mezzo litro di acqua per dieci minuti; dopo filtrare il tutto per berlo caldo, nella dose di 2-4 cucchiaiate al giorno. Ci sarò un netto aumento della diuresi, senza che ciò provochi disturbi di altro genere. Altro tipo di decotto è quello di foglie fresche, utile per lavare reni e fegato. Triturare le foglie e fatele bollire, in ragione di 6-8 grammi in mezzo litro di acqua, per circa dieci minuti. Filtrate e lasciate raffreddare. Sorbitene mezza tazza al mattino a digiuno e ciò per una decina di giorni; potrete effettuare diversi cicli della cura, intercanalati da diverse pause.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 4]