Home Dieta e Salute Alimentazione e infezioni urinarie: perché e come acidificare le urine

Alimentazione e infezioni urinarie: perché e come acidificare le urine

Chi soffre di infezioni alle vie urinarie sente sempre più spesso di alcalinizzare o acidificare le urine come di strumenti efficaci per tornare in buona salute. Scopriamo meglio di cosa si tratta!

Infezione urinaria- foto food.detik.com

In linea di massima è possibile sostenere che alcalinizzare le urine può essere utile a contrastare la tendenza del corpo a formare calcoli di ossalato di calcio (favorita da un’ambiente con un PH pari a 5-5.5) mentre acidificare le urine si dimostra utile in caso di infezioni in quanto l’abbassamento del PH delle urine evita la proliferazione copiosa di batteri alla mucosa della vescica.

Ma facciamo un passo indietro. Le infezioni alle vie urinarie colpiscono per lo più le donne tra i 16 e i 35 anni, predisposte per via la posizione anatomica dell’uretra (vicina all’ano), ma anche in percentuale minore bambini e uomini.

Infezioni alle vie urinarie

Solitamente le infezioni urinarie causate dalla presenza di batteri e, più raramente, di funghi o virus coinvolgono il tratto delle basse vie urinarie (cistite e uretrite nell’uomo e nella donna o prostatite nell’uomo) e il tratto delle alte vie urinarie (pielonefrite e glomerulo nefrite).

Se da un lato la maggior parte delle donne in età fertile contrae un’infezione a una via urinaria dopo un rapporto sessuale, dall’altro gli uomini possono incorrere in un’infezione alle vie urinarie per una funzione anomala o un’anomalia anatomica del distretto genito-urinario.

Più in generale, però, esistono delle condizioni che predispongono all’insorgenza dell’infezione come la familiarità e la stitichezza per entrambi i sessi, l’iperplasia della prostata nell’uomo o il diabete mellito nella donna.

Nei bambini, invece, le infezioni urinarie sono riconducibili al reflusso dell’urina dalla vescica verso l’uretere mentre le cistiti sono imputabili a problemi del tratto urinario.

Sintomi

I sintomi delle infezioni delle vie urinarie vanno dalla necessità a urinare più frequentemente al bruciore durante l’operazione di minzione oppure dall’urgenza impellente di dover urinare.

Più raramente, invece, qualche perdita ematica dovuta a un’infezione urinaria finisce per colorare di rosso le urine, facendo destare preoccupazione.

Come acidificare le urine con l’alimentazione

Le analisi delle urine portano all’individuazione del batterio responsabile e alla delineazione di una cura antibiotica adatta a contrastare l’agente patogeno.

La cura delle infezioni urinarie, nonché la protezione dell’apparato urinario, può iniziare sin da quando ci si siede a tavola, aumentando il livello di idratazione per eliminare i batteri nelle urine e tentando di acidificare le urine per alterare il loro ambiente ideale.

Una dieta ricca di alimenti acidificanti contribuisce a ridurre il PH delle urine, il che porta i batteri a non attaccare le pareti delle vie escretrici o urinarie.

Tutto quello che bisogna fare è includere nei menu quotidiani cibi ricchi di zolfo, fosforo e cloro dall’effetto acidificante e allo stesso tempo ridurre il consumo di alimenti con residui di potassio, sodio, magnesio e calcio dal potere alcalinizzante.

Quali sono i cibi acidificanti

Fermo restando che l’acidificazione delle urine non può sostituire la terapia farmacologica ma coadiuvarla, il regime alimentare con elevato residuo acido deve comprendere:

  • Carne – Carni rosse e bianche (manzo, maiale, tacchino, vitello o pollo), uova, molluschi e pesce (merluzzo, acciughe o trota)
  • Formaggi – Ammessi tutti i tipi di latticini e formaggio (es. grana, cheddar, camembert e altri).
  • Amidi – Pasta, riso e tutti i tipi di pane e in particolare i prodotti preparati con segale, cereali o farina integrale.
  • Legumi – Lenticchie secche e fagioli.
  • Verdura e cereali – Sedano, prezzemolo, aglio, cipolla e cereali integrali.
  • Frutta – Prugne, mirtilli e frutti di bosco in generale.
  • Frutta secca – Noci e arachidi non trattate.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 49 Media: 4]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.