Basilico: genovese al top

Il basilico è una pianticella asiatica (in Cina l’uso medicinale del basilico è documentato da 3.000 anni) che si è perfettamente acclimatato nella regione mediterranea particolarmente nelle coste liguri e provenzali. Il basilico che cresce in Liguria è dal 2005 garantito da una specifica Denominazione di origine protetta (Dop). Il basilico Dop genovese è in realtà coltivato in tutta la Liguria, anche se i veri intenditori asseriscono che le piantine aromatiche che crescono a Prà , un sobborgo di Genova, siano le più rinomate in assoluto.

Questa pianta non è dotata solo di virtù gastronomiche, ma possiede anche interessanti proprietà terapeutiche. E’ ottimo per rimediare agli spasmi dello stomaco e dell’intestino e per migliorare le digestioni difficili. L’aggiunta di basilico a piatti crudi o cotti ne migliora dunque l’appetibilità e la digeribilità . Il basilico è inoltre un leggero sedativo utile nei casi di insonnia (specialmente se provocata da stress), nel mal di testa (soprattutto se associato a maldigestione) e perfino per stimolare un flusso mestruale troppo scarso. Con il basilico è possibile preparare anche un infuso digestivo: mettere cinque foglie fresche in una tazza di acqua bollente, filtrare dopo 10 minuti, bere senza dolcificare.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 5]