Bruciore di stomaco: come alleviarlo

Il bruciore di stomaco è un disturbo che colpisce soprattutto le donne con una vita stressante e piena di impegni.

Il fastidio si presenta con una sensazione di bruciore alla bocca dello stomaco che compare spesso dopo aver mangiato e che è dovuta alla secrezione acida delle mucose.

La produzione di secrezioni gastriche varia nel corso della giornata: è minima a digiuno e raggiunge livelli elevati quando il cibo scende nello stomaco. In condizioni normali, durante il naturale processo di secrezioni non si avverte nessun fastidio. I problemi si presentano in seguito ad un’eccessiva produzione di acido cloridrico.

La sensazione di bruciore tende così ad estendersi verso l’alto, dietro lo sterno. Ciò si manifesta in genere dopo i pasti e si accentua se si assumono particolari posture, ad esempio se ci si china in avanti.

Le cause possono essere legate a disturbi specifici come l’ulcera o la gastrite, oppure ad abitudini alimentari scorrette.

Se il fastidio dura per più di 7-8 giorni è consigliabile rivolgersi da un medico per eventuali accertamenti. Egli, individuata la causa scatenante prescriverà le cure farmacologiche più adatte e consiglierà una dieta e uno stile di vita adeguato.

I bruciori, infatti, possono essere dovuti semplicemente ad errori alimentari, a posture scorrette, allo stress. In questi casi la soluzione migliore è una dieta equilibrata e l’assunzione di farmaci da banco antibruciore.

Ecco alcune buone abitudini che aiutano ad alleviare il bruciore:

  • mangiare lentamente: ciò stimola la digestione, riducendo il tempo di permanenza del cibo nello stomaco;
  • camminare dopo i pasti: se dopo aver mangiato ci si siede o ci si sdraia, il cibo e gli acidi gastrici risalgono fino all’esofago, provocando la sensazione di acidità. Dopo aver mangiato è bene stare in piedi o, se si è costretti a stare seduti, mantenere una posizione il più possibile eretta;
  • smettere di fumare: il fumo inalato irrita le mucose delle vie respiratorie e dello stomaco;
  • a tavola: evita cibi piccanti, spezie, sottaceti, salse, brodi di carne, caffè e alcolici, che determinano un aumento della secrezione acida, irritando la parete dello stomaco. E’ consigliabile consumare yogurt, carni bianche, pesce e verdure cotte.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 16 Media: 5]