Il radicchio, un potente depurativo

radicchio1.txt

Inconfondibile per le sue croccanti foglie rosse e per il gusto piacevolmente amarognolo, il radicchio è un’insalata dalle mille proprietà . Una porzione da 200 gr dà solo 26 kcal e fornisce la bellezza di 6 gr di fibre (un quinto di tutte quelle che occorrono in una giornata) preziose per la funzionalità dell’intestino. In più apporta un’ottima quantità di sali, importanti per remineralizzare l’organismo e mantenere al giusto valore la pressione. Due etti di radicchio, infatti, forniscono ben 480 mg di potassio e contengono calcio e fosforo in quantità paragonabile a quella di un bicchiere di latte.

Il colore rosso caratteristico viene ottenuto facendo crescere i cespi in assenza di luce. Questo procedimento arricchisce il radicchio di specifiche sostanze amare (glucosidi) che gli conferiscono ottime proprietà digestive e depurative: i principi amari del radicchio insieme all’acido dicaffeil-tartarico, stimolano la contrazione della vescichetta biliare, impedendo che la bile ristagni, inoltre, queste sostanze favoriscono la secrezione dei succhi gastrici, accellerando la digestione e stimolando l’appetito. Secondo una ricerca condotta presso la facoltà di farmacia dell’Università di Pavia, il radicchio avrebbe anche la capacità di contrastare l’invecchiamento. Il merito in questo caso, sembra della sua forte attività antiossidante, capace di combattere l’azione dei radicali liberi.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 5]