Home Diete Dieta della bresaola: proprietà e menu per dimagrire di una taglia in...

Dieta della bresaola: proprietà e menu per dimagrire di una taglia in 14 giorni

La dieta della bresaola è un regime alimentare che permette di dire addio a una taglia in soli 14 giorni. Scopriamo meglio di cosa si tratta!

Il salame crudo salato, essiccato e stagionato a partire dalla carne di manzo si presenta proteico e povero di grassi, il ché lo rende perfetto per essere consumato all’interno di un regime alimentare dietetico.

La bresaola diventa protagonista assoluta di questa dieta in quanto si presenta come un ingrediente light: ogni 100 grammi di bresaola solo 150 calorie.

Sapere come funziona la dieta della bresaola (proprietà e controindicazioni comprese) è importante per sfruttare appieno il potenziale light e il sapore delicato e allo stesso tempo sapido del salume Valtellinese.

Dieta della bresaola

La dieta della bresaola sfrutta le caratteristiche nutrizionali del salume crudo per far perdere fino a un’intera taglia in 2 settimane.

In questa dieta il contenuto di proteine del salume  viene utilizzato per bruciare i grassi ed eliminare i rotolini antiestetici.

La bresaola con poche calorie per ogni fetta va inserita all’interno dei menu strizzando l’occhio a una quantità specifica e ad alcuni abbinamenti corretti.

Tra le regole d’oro di questa dieta c’è quella che vieta l’abbinamento della bresaola con altre proteine di origine animale. La chiave del dimagrimento è nell’alternanza delle proteine.

In linea di massima la bresaola andrebbe accostata con le verdure per fare il pieno di proteine e avere un boost di fibre (indispensabili per mantenere attivo il metabolismo e favorire il transito intestinale).

Dalla bresaola con rucola e grana alla bresaola con le zucchine, quindi, le ricette a base di bresaola possono solleticare la fantasia in cucina. Tutto all’insegna del gusto.

Dieta della bresaola: Menu esempio

Un menu tipo può essere utile per capire meglio come perdere una taglia in soli 14 giorni con la dieta della bresaola.

  • Colazione – Una tazza di tè verde, cereali o biscotti integrali e un frutto di stagione o yogurt bianco.
  • Spuntino – Un frutto di stagione o una manciata di frutta secca.
  • Pranzo – Un piatto di pasta integrale condita con pomodoro e basilico o verdure.
  • Merenda – Un frutto o una manciata di frutta secca.
  • Cena – Una porzione di bresaola con verdure o insalata mista.

Insomma la bresaola diventa protagonista di un pasto importante della giornata perché promette di saziare in fretta e ridurre l’apporto calorico dell’intera giornata.

In ultimo è possibile ridurre ancora il carico calorico del piatto bresaola, rucola e grana con proprietà dietetiche semplicemente eliminando il formaggio.

Il consiglio in più …

Prima di iniziare a seguire la dieta della bresaola è meglio chiedere il parere medico per sapere sempre come sfruttare il potenziale del salume in relazione alle esigenze personali.

La bresaola è perfetta per chi pratica sport e desidera migliorare le performance e rafforzare la componente muscolare, ma potrebbe diventare un problema per chi soffre di pressione alta a causa della quota di sale.

Inoltre, considerando l’apporto calorico ridotto e le caratteristiche del salume, questo tipo di dieta non è indicata in caso di gravidanza o patologie pregresse.

La bresaola è cancerogena?

Il consumo di bresaola andrebbe regolato con intelligenza nella dieta, come avviene qualsiasi altro alimento.

I problemi potrebbero insorgere a causa della grande percentuale di sodio contenuta nel salume e della materia prima usata per produrlo (carne cruda).

Da un lato sarebbe meglio evitarla in caso di ipertensione a causa del sodio mentre dall’altro lato le donne incinte dovrebbero escluderla dai menu per evitare la toxoplasmosi.

Un’altra motivazione per la quale sarebbe meglio evitare il consumo eccessivo di bresaola è la presenza di conservanti (nitriti e i nitrati) pericolosi per la salute se assunti in dosi massicce.

Va da sé che è possibile seguire la dieta della bresaola per un paio di settimane, salvo poi ritornare a inserirla nei menu un paio di volte alla settimana.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.