Home Diete Dieta con polpo: sì o no? Perché inserire il mollusco nei menu?

Dieta con polpo: sì o no? Perché inserire il mollusco nei menu?

Il pesce è un alimento proteico, gustoso e light che si sposa con qualsiasi dieta. Ma cosa possiamo dire del polpo? Scopriamo la dieta con polpo!

Non è una novità che il pesce rappresenti un alleato prezioso per perdere peso e dimagrire senza rinunciare al gusto. Non a caso è protagonista della dieta del pesce.

È una fonte di proteine ad alto valore biologico (caratterizzata da tutti gli aminoacidi essenziali) e acidi grassi essenziali (Omega 3 e Omega 6).

Il pesce stimola la rigenerazione cellulare, tiene sotto controllo il metabolismo, riduce il livello di trigliceridi e migliora la salute dell’apparato cardiovascolare.

In ultimo, ma non per importanza, contiene un ridotto apporto calorico, viene digerito facilmente e promuove la perdita di peso.

Ma cosa possiamo dire del polpo? Certo appartiene alla categoria “pesce”, ma di fatto è un mollusco con una quantità proteica inferiore a quella di altri pesci.

Dieta con polpo

La dieta con polpo accende i riflettori su un alimento ricco e completo che ben si presta alla preparazione di antipasti, primi e secondi piatti: polpo arrosto, polpo con patate e altro ancora.

Si tratta di un mollusco cefalopode facente parte della famiglia delle Octopodidae:  8 tentacoli caratterizzati da 2 file di ventose.

A parte questo è un alimento ricco di minerali (calcio, fosforo, potassio e magnesio) e vitamine (vitamina A, vitamina C e vitamine del gruppo B).

Da un lato i minerali controllano la pressione, migliorano la salute del cuore e supportano la salute delle ossa mentre dall’altro lato le vitamine svolgono un ruolo antiossidante e rafforzano il sistema immunitario.

Il fatto che il polpo sia formato dall’80% di acqua e contenga pochissime calorie (80 calorie ogni 100 grammi di prodotto) consente di guardarlo come un alimento perfetto per qualsiasi regime alimentare dietetico.

Inoltre le proprietà nutritive, la percentuale di acqua e il tessuto connettivo lo rendono a uno dei migliori alimenti sazianti.

Chi desidera perdere peso e ritrovare la forma fisica, quindi, non può non inserire il polpo nella dieta ipocalorica: gustoso, ipocalorico e versatile.

Il consiglio in più …

La dieta con polpo richiede l’inclusione del mollusco nei menu quotidiani in modo da sfruttare le sue proprietà appieno.

Prima di pensare alle mille ricette light a base di polipo, però, sarebbe bene cuocere il mollusco per eliminare i suoi parassiti (primi tra tutti gli Anisakis).

Diciamo che il polpo crudo non è vietato, ma dovrebbe essere sottoposto al congelamento a una temperatura di – 20 gradi per almeno 24 ore per essere servito crudo.

In ultimo attenzione a non esagerare! È un alimento ricco e povero di grasso, ma che contiene una discreta quota di colesterolo (70 mg ogni 100 grammi).

Per questo è meglio seguire la dieta con polpo combinando il mollusco con alimenti poveri di colesterolo come legumi, cereali, funghi, verdure e ortaggi.

Tra l’altro bisogna considerare che le calorie di un polipo e patate sono maggiori rispetto alle calorie di un polpo surgelato cotto sulla piastra o a un’insalata di polpo con calorie ridotte (es. pomodorini e sedano). Quindi attenzione alle combinazioni!

Se vi state chiedendo con cosa posso sostituire il polpo nella dieta allora dovete sapere che il tonno o il merluzzo sono ottimi sostituti.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.