Dieta senza lieviti

Mancanza di energia, senso di pesantezza e gonfiore: in alcuni casi, le cause di questi disturbi vanno ricercate nel consumo di alcuni alimenti, soprattutto in quelli contenenti lieviti.

Se è vero che l’estratto di lievito (usato per il pane e tutti gli altri prodotti da forno) fornisce vitamine, acido folico e sali minerali, è anche vero che esso è particolarmente ricco di purine, sostanze azotate che intossicano l’organismo, rallentano il metabolismo, riducendo la vitalità e affaticando gli organi emuntori (fegato, reni e pelle).

L’eccessiva assunzione di alimenti lievitati può essere responsabile anche di un’infezione specifica: la candida vaginale.

La soluzione è eliminare questi prodotti dalla propria alimentazione per un determinato periodo di tempo, consentendo all’organismo di disintossicarsi. Ciò aiuterà a rinforzare le difese immunitarie , la flora batterica intestinale e a sentirsi più leggeri ed energici.

La dieta che ti proponiamo apporta 1400 kcal giornaliere e, seguita per un mese, permette di perdere 3-4 chili. Nello specifico, il programma è stato studiato per ridurre i centimetri in più localizzati sull’addome, causati prevalentemente dal gonfiore.

Regole generali:

  1. per condire e cucinare giornalmente non si devono superare 20 ml di olio extravergine d’oliva e mezzo cucchiaino di sale. Succo di limone e spezie sono libere;
  2. va eliminato il consumo di aceto di vino, dadi, frutta con guscio, alcolici, latte e formaggi stagionati;
  3. per dolcificare usa 2 cucchiaini di miele al giorno oppure 2 cucchiaini di fruttosio;
  4. dopo i pasti principali si consiglia di bere un infuso di finocchio che contrasta il meteorismo.

TUTTI I GIORNI:

  • Prima della colazione: un bicchiere di acqua calda a temperatura ambiente con succo di limone.
  • Colazione: un caffè d’orzo o un tè verde; 1 bicchiere di latte di soia o di riso; 40 g di fiocchi di cereali; 200 g di frutta fresca.
  • Spuntino: un succo di pompelmo.
  • Merenda: 150 g di frutta fresca di stagione.

LUNEDI’

Pranzo: insalata mista di verdure crude; 50 g di prosciutto crudo; 300 g di patate lesse o cotte al vapore.
Cena: 60 g di spaghetti al pomodoro; 300 g di carote e zucchine al vapore.

MARTEDI’

Pranzo: insalata di lattuga; 70 g di riso bollito condito con olio; 200 g di biete al vapore; 1 uovo in camicia o all’occhio di bue.
Cena: un piatto di minestrone di verdure miste con 30 g di orzo perlato (non associare patate e legumi); 250 g di sogliola la cartoccio; insalata di lattuga.

MERCOLEDI’

Pranzo: 300 g di fagiolini lessi conditi con olio e succo di limone; 80 g di carote crude; 230 g di arrosto di tacchino; 40 g di pane azzimo.
Cena: minestrone di verdure con 30 g di pasta; 40 g di prosciutto cotto; 200 g di porri lessi o al vapore.

GIOVEDI’

Pranzo: 70 g di riso bollito con sugo di pomodoro; 60 g di mozzarella; 200 g di zucchine al vapore.
Cena: 100 g di polenta cotta; 110 g di spezzatino di manzo con verdure in umido.

VENERDI’

Pranzo: insalata mista; 120 g di bistecca ai ferri; 230 g di patate lesse.
Cena: crema di patate e zucchine preparata con 100 g di patate e 100 g di zucchina lessa; 2 spiedini di pesce; 50 g di pane azzimo.

SABATO

Pranzo: 80 g di pasta al pomodoro; 1 uovo sodo; 350 g di piselli in padella con salsa di pomodoro, olio, cipolla, sale, pepe.
Cena: 100 g di petto di pollo alla piastra; 50 g di pane azzimo; 200 g di carote e lattuga.

DOMENICA

Pranzo: 70 g di riso lesso; 300 g di verdure grigliate; insalatona con 80 g di tonno, 50 g di fagioli cannellini lessi e 100 g di pomodorini.
Cena: 180 g di gnocchi al ragù; 300 g di carote e fagiolini lessi.

Terminato il mese di dieta occorre continuare a mangiare in modo sano e reinserire gradualmente i lieviti: 2 volte a settimana per la prima settimana, 3 per la seconda e così via, fino a arrivare a consumare alimenti lievitati tutti i giorni. Consigliamo però di cercare di assumerli solo una volta al giorno.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 5]