Dimagrire mangiando: ecco Shiitake, il fungo dalle proprietà dimagranti

Un metabolismo lento trasforma facilmente le calorie non smaltite in grasso, creando un repentino aumento del peso. La battaglia ai chili di troppo si combatte prima di tutto a tavola. È probabile che il regime alimentare non sfrutti appieno le proprietà dimagranti di cibi come i funghi Shiitake, protagonisti di ricette fresche e sfiziose.

Fungo cinese Shiitake- foto pixabay.com

Si tratta di un fungo originario di Cina e Giappone che è viene molto apprezzato anche nella cucina nostrana. I crescenti rapporti commerciali con le terre d’Oriente hanno portato sulla tavola degli italiani un fungo che cresce spontaneamente sui tronchi di querce, castagni e faggi. Lo Shiitake è molto diverso dal legnoso reishi, un fungo curativo non commestibile impiegato come base per molti preparati di integrazione alimentare e infusi.

Il commestibile fungo Shiitake, sin dall’antichità, ha palesato le sue incredibili proprietà: potenzia il sistema immunitario, favorisce la diuresi, inibisce l’accumulo di colesterolo.

I funghi Skiitake, oltre alle proprietà terapeutiche, possiede facoltà dimagranti. In particolare, il complesso proteico conferisce i nove aminoacidi essenziali per mantenere attivo il metabolismo; il mix di fibre, ferro e germanio riduce l’assorbimento di grassi e zuccheri; l’acido linoleico smuove l’adipe del girovita; le vitamine B1, B2, B6, B12 e D2 sviluppano un effetto rassodante.

Il fungo Skiitake attiva il corretto funzionamento della tiroide, la ghiandola che gestisce la produzione di ormoni tiroidei responsabili del ritmo del metabolismo. Il fungo che ‘demolisce il grasso’ grazie a una buona percentuale di selenio, l’oligoelemento fondamentale per stimolare il metabolismo e favorire l’assimilazione dello iodio, stimolano la tiroide, velocizzano la perdita di peso e proteggono l’organismo dall’invecchiamento anti-age.

Dove si comprano i funghi Shiitake? Generalmente si trovano nei supermercati più forniti o negli asian market. Disponibili interi o essiccati, i funghi cinesi sono pronto per dare sapore a sughi, minestre e contorni e conferire un tocco inedito anche alle più classiche delle ricette. Quando si parla di funghi Shiitake la qualità non deve mai passare in secondo piano perché la loro natura li induce ad assorbire qualunque sostanza presente nel terreno e nell’ambiente. È importante accertare la provenienza dei funghi Shiitake. L’etichetta deve riportare le certificazioni di esami microbiologici e nutrizionali e deve specificare i metodi di coltivazione (es. pesticidi, metalli pesanti o sostanze inquinanti).

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 16 Media: 4.5]

Myriam

Informazioni sull'autore
Laureata in Informazione e sistemi editoriali, appassionata di regimi alimentari e animata dalla voglia di trovare la ricetta perfetta per uno stile di vita sano.
Tutti i post di Myriam