Impara a conoscere i bulbi depurativi

Aglio, cipolla e scalogno vengono spesso evitati sia da coloro che hanno difficoltà digestive, sia a causa del loro aroma intenso. Un vero peccato, perché si tratta di bulbi dotati di eccellenti proprietà benefiche per l’organismo.

Aglio- foto pixabay.com

Per sfruttare le loro virtù disintossicanti, antibiotiche e dimagranti, basta usare qualche piccolo accorgimento.

L’AGLIO: sgonfia l’addome

A scopo dimagrante, l’aglio (con sole 47 calorie ogni 100 g), ha proprietà disinfettanti: grazie al contenuto di allicina (l’olio essenziale responsabile del suo aroma penetrante), purifica l’intestino.

E’ un vero e proprio cibo-farmaco. Le più recenti ricerche scientifiche, hanno confermato che, agendo come antiossidante, è in grado di rafforzare il sistema immunitario con un effetto benefico nei confronti dei radicali liberi: le scorie più pericolose prodotte dall’organismo come conseguenza di una dieta scorretta, ricca di grassi e cibi industriali. Se si accumulano, nel tempo, rallentano il metabolismo. Inoltre, questo bulbo abbassa la pressione arteriosa.

Il segreto per far tesoro di queste sue virtù, è ricorrere a qualche “trucchetto” culinario. Innanzitutto, per rendere più digeribile e neutralizzare l’aroma dell’aglio, elimina il germoglio verde al suo interno.

In cucina, utilizzalo per insaporire l’insalata: per non accedere con il suo odore, strofina uno spicchio d’aglio tagliato a metà sulle pareti dell’insalatiera, oppure spremi il suo succo con l’apposito attrezzo, da mescolare poi ad un’emulsione di olio, aceto balsamico o limone ed erbe aromatiche.

LO SCALOGNO: attiva il metabolismo

E’ famoso quello di Romagna. Lo scalogno è un potente disintossicante, che accelera i processi metabolici; è ricco di selenio che, legandosi allo zolfo, agisce come antiossidante e rende i tessuti più sodi ed elastici. Consumato crudo in insalata 3-4 volte a settimana, previene la stitichezza.

Per sfruttare tutte le sue proprietà, utilizza anche le sue foglie, da tritare nelle frittate: sono ricchissime di oligoelementi e antiossidanti!

LA CIPOLLA: purifica il sangue

Sul mercato ne esistono diverse varietà, ma indubbiamente quella più gettonata e ricca di sostanze disintossicanti è quella rossa di Tropea. La cipolla, rispetto all’aglio, ha un aroma differente: presenta proprietà terapeutiche (come quella di abbassare il tasso di glucosio, colesterolo e trigliceridi nel sangue) e un’eccellente effetto diuretico.

Apporta 28 kcal ogni 100 g di prodotto: ha un’elevatissima percentuale di acqua (circa il 90%) a cui si aggiunge la presenza di sali minerali (potassio, ferro, sodio e fluoro) e dell’acido glicolico che favorisce la diuresi e stimola il metabolismo. Cruda aumenta la secrezione dei succhi gastrici e biliari, cotta regola l’attività intestinale.

Per rimediare l’alito “pesante” mastica, insieme alla cipolla, un paio di chiodi di garofano.

Curiosità: perchè le cipolle fanno piangere?
Responsabile è un olio essenziale composto da metilallina e tiopropionaldeide, che si sprigiona quando si rompono le fibre. Per risolvere quest’inconveniente, sbuccia e taglia le cipolle in una bacinella piena d’acqua.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 10 Media: 4]