Lo zucchero nella dieta

Zucchero e dieta dimagrante? Si può fare!

È difficile rinunciare alla dolcezza, soprattutto quando si segue una dieta. Lo zucchero (o saccarosio) che si estrae dalla canna e dalla barbabietola appartiene alla gruppo dei carboidrati ed è dotato di un elevato potere energetico, il suo compito infatti è di fornire l’energia necessaria per lo svolgimento delle attività fisiche e mentali.

Lo zucchero bianco apporta circa 400 calorie per 100 gr (in un cucchiaino ne sono contenuti 5 gr) ed è privo di ogni altro elemento nutritivo.

Gli idrati una volta digeriti e assorbiti si trasformano in glucosio, il quale interviene in tutte quelle funzioni in cui è richiesto un certo apporto di energia:

gli idrati possono essere semplici, assimilati con rapidità (fruttosio e zucchero), oppure complessi, assimilati dall’organismo più lentamente (i derivati degli amidi contenuti in pasta, riso o pane).

Tuttavia, il saccarosio non è essenziale sulla tavola dal momento che il glucosio può essere ricavato per vie metaboliche alternative: si pensi infatti che nei Paesi industrializzati oltre il 60% dei carboidrati giornalieri deriva da zuccheri raffinati.

Lo zucchero però non deve mai essere eliminato: il suo consumo equilibrato (60-65 gr al giorno) non influisce molto sul peso corporeo e per la sua sostituzione esistono gli edulcoranti.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 8 Media: 4]