Star bene con l’Aloe vera

Grazie alla sua composizione biochimica, l’Aloe vera è indicata per numerosi disturbi. Scopriamo insieme le sue proprietà curative:

ha un effetto antibatterico: già in passato, prima della scoperta degli antibiotici, l’Aloe vera era la pianta medicinale per eccellenza utilizzata per combattere ogni tipo di infiammazione. L’infiammazione è una lotta nella quale l’organismo di difende dagli agenti patogeni (sostanze estranee che penetrano nell’organismo) che disturbano l’equilibrio del corpo.

In caso di infiammazione fondamentale è rafforzare le funzioni fisiologiche dell’organismo: l’Aloe vera svolge proprio questa importante funzione; essa nell’uso esterno funge da antibiotico uccidendo i batteri, mentre l’assunzione orale rafforza il sistema immunitario. Il succo di Aloe è ricco di ferro (44 ml di ferro in un litro di succo), fondamentale per l’ossigenazione delle cellule.

L’Aloe vera cura tagli, ustioni, rende più morbida le pelle e la protegge delle punture di insetti; è efficace nella cura dell’acne e degli eczemi.

Questa meravigliosa pianta è un ottimo aiuto per i disturbi digestivi ed intestinali. Come è noto, la digestione ha inizio dal momento in cui mettiamo il cibo in bocca: affinchè le sostanze contenute negli alimenti vengano assimilate, questi ultimi vengono scomposti nelle loro componenti chimiche fino a diventare idrosolubili. Per rendere possibile tale scomposizione nel corpo sono presenti delle ghiandole il cui compito è quello di secernere gli enzimi, aventi il compito specifico di scomporre le sostanze alimentari fino ai loro componenti chimici. Se l’attività degli enzimi è ostacolata da infezioni o infiammazioni, le sostanze nutritive non vengono più trasformate ed assorbite in modo equilibrato dall’organismo. Le conseguenze di questa disfunzione sono disturbi sul metabolismo.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 12 Media: 5]