Conformazione a “pera”: i rimedi diuretici

Pancia leggermente gonfia, glutei, fianchi e cosce molto abbondanti: è la classica conformazione a “pera”, caratterizzata dalla concentrazione del grasso nella parte bassa del corpo.

Diffusa soprattutto tra le donne, la tendenza ad accumulare peso su cosce, glutei e fianchi dipende da una dieta troppo acida (ricca di carne e formaggi) e dall’assunzione di alcuni farmaci come la pillola anticoncezionale, che tendono a rallentare la circolazione venosa e linfatica, favorendo il ristagno delle tossine nei tessuti.

Spesso questi segnali sono accompagnati da piccoli disturbi della circolazione venosa (capillari, gambe pesanti…) o vere e proprie vene varicose.

Per un mese, a tavola cerca di ridurre il consumo di cibi ad alto contenuto di cloruro di sodio, ossia sale raffinato, dadi da brodo, snack salati, salumi, salse pronte, alimenti in scatola, in salamoia, sott’olio. Evita anche sottaceti e formaggi che acidificano l’organismo e peggiorano il drenaggio dei liquidi.

A colazione sostituisci il tè o il caffè con una bevanda drenante, preparata con un cucchiaio di betulla e uno di melissa da tenere in infusione per 10 minuti in una tazza d’acqua. Dolcifica l’infuso con un cucchiaino di miele di castagno che riattiva la circolazione e stimola l’evacuazione.

Per sgonfiare le gambe ed eliminare l’accumulo di grasso sottocutaneo che porta alla formazione della cellulite, in un cucchiaio di olio di semi di albicocca (tonificante) versa 5 gocce di olio di zenzero (protettivo dei capillari): massaggia partendo dalla pianta del piede e risalendo fino alle ginocchia e alle cosce.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 12 Media: 5]