Sei vegetariano? Ecco la dieta giusta da seguire

Vegetariani-cucina-depressione

 

Dopo gli scandali che hanno coinvolto moltissime società alimentari e in seguito a numerose denunce riguardanti lo sfruttamento degli animali e i veri e proprio “massacri” che vengono compiuti per far arrivare nei banconi dei supermercati sempre più carne, moltissime persone decidono di rinunciare per sempre alla carne e scegliere un regime alimentare “verde”. Non è solo una scelta di coscienza, ma il più delle volte è anche una scelta che punta alla salute e al benessere del nostro organismo. Molto spesso però, erroneamente, si crede che una dieta povera di carne possa arrecare danni all’organismo, in realtà non è così perchè la carne che non viene consumata, e tutti i suoi nutrienti, possono essere assunti consumando altri cibi.

 

Gli ultimi dati Eurispes hanno segnalato che in Italia esistono circa sette milioni di vegetariani, ed il fenomeno, molto diffuso negli ultimi anni oggi è in continua crescita. Secondo la maggioranza di coloro che decidono di abolire la carne la scelta è dettata soprattutto da motivi di salute, sono circa il 48%, per altri si tratta di constrastare la pratica della macellazione degli animali, circa il 44%. Se anche tu stai pensando di intraprendere questa scelta ed abolire la carne dalla tua alimentazione ricordati però che prima di tutto devi compiere un lavoro di informazione.

Molto spesso infatti ci si improvvisa vegetariani abolendo da un giorno all’altro sia carne che pesce dall’alimentazione quotidiana, si tratta di una pratica sbagliata perchè in tal modo si rischia di eliminare i nutrienti fondamentali dalla dieta. Un regime dietetico vegetariano infatti, se seguito nel modo giusto ed equilibrato, può aiutare a sconfiggere e prevenire numerose malattie. A confermarlo è stata una ricerca pubblicata sul British Journal of Cancer dove è stato dimostrato che i vegetariani hanno il 45% di probabilità in meno di ammalarsi di leucemia e il 12% in meno di ammalarsi di qualsiasi tipo di tumore rispetto a chi abitualmente consuma carne.

 

 

La giusta dieta vegetariana

Quando si sceglie di rinunciare alla carne e diventare vegetariano sono molti i dubbi che possono assalire le persone. Ci si chiede da dove prenderò le proteine se consumo carne? Potrei andare incontro a malattie e disfunzioni? Nel tempo questo regime alimentare potrebbe causarmi problemi? In realtà non ci si improvvisa vegetariani da un giorno all’altro, ma sono utili alcuni accorgimenti fondamentali per creare un regime alimentare vegetariano che contenga tutti i nutrienti.  Pochi sanno ad esempio che oltre alla carne anche i cereali e i legumi sono ricchi in proteine e ferro, il calcio invece può essere assunto grazie agli ortaggi a foglia verde, i legumi e la frutta secca, ma anche consumando i latticini.

 

La vitamina D, che viene sintetizzata dal nostro organismo grazie all’esposizione ai raggi del sole, è presente in latticini e uova. Se volete alimentazione-vegetariana1-622x431diventare dei vegetariani doc ci sono tre fondamentali step da seguire. Prima di tutto informatevi sul tema leggendo libri, articoli scientifici e seguendo i consigli autorevoli di chi è fgià vegetariano. Consultate anche i libri di ricette vegetariane, che sono moltissimi. Per quanto riguarda l’alimentazione vi basterà iniziare consumando qualche piatto vegetariano che già vi piace molto, ad esempio la pasta con i funghi oppure la polenta col sugo, la pizza margherita e altri piatti.

Infine potreste trasformare i vostri piatti preferiti mutandoli in vegetariani, il panino con il prosciutto può essere trasformato in un ottimo sandwich a base di verdure, gli hamburger di maiale con quelli di soia.

 

 

Assumi i nutrienti consumando gli alimenti giusti

Se la vostra paura è quella di perdere, con la dieta vegetariana, nutrienti fondamentali, niente paura, la situazione è facilmente risolvibile sostituendo gli alimenti che vi mancano con altri. Se avete abolito solo la carne potete ad esempio sostituirla con il pesce e consumarlo anche cinque volte alla settimana, se non volete mangiare nemmeno quello potete utilizzare i legumi e i cereali che sono in grado di fornire tutti gli amminoacidi di cui l’organismo necessita riduncendo di molto l’assunzione di grassi saturi e colesterolo. I legumi inoltre sono un alimento molto versatile e possono essere utilizzati per preparare moltissimi piatti, dalle minestre, alle paste, passando per le insalate.

 

I fagioli, i piselli e gli altri legumi possono fungere da contorno oppure da secondo se vengono utilizzati per preparare hamburger o polpette (ad esempio con i ceci). Da non dimenticare la soia, che può arricchire i tuoi piatti e la frutta secca, come anacardi, mandorle, nocciole, noci, noci pecan, pinoli, pistacchi. Ottimi anche i semi oleaginosi, di girasole, lino, sesamo e zucca, che sono grandi fonti di proteine e possono essere utilizzati per preparare gustosi e fantasiosi piatti, dalla colazione alla cena, condendo minestre, paste, insalate, cereali in chicco, legumi e verdura.

 

Un altro nutriente fondamentale per il nostro organismo è il calcio che agisce nei processi di coagulazione, nella contrazione muscolare, e coadiuva la formazione dei denti e dello scheletro. Il calcio è presente in grade quantità nei latticini, ma anche in altri alimenti come la soia, i ceci, i fagioli e i fagioli cannellini, nella verdura a foglia verde, come lattuga, bieta rucola e invidia, ma anche nel broccolo e nel cavolo. Potete trovarlo anche nel pane al malto, nel muesli, nel grano saraceno, nella crusca di frumento oppure nelle mandorle, nelle noci, nei pistacchi, nei fichi secchi e nelle nocciole.

 

Per approfondimenti:

Su Dietagratis.com

Dieta vegetariana

I vantaggi della dieta vegetariana

La dieta vegetariana per vivere meglio

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 6 Media: 5]