Estate: benvenute ciliegie!

Le ciliegie sono un frutto goloso, che in questi giorni sta popolando i banchi del mercato in quanto è iniziata la raccolta. Si tratta di un frutto benefico, che se consumato in stagione offre tanti benefici nutritivi. Le ciliegie che solitamente troviamo al mercato sono le classiche ‘dolci’ e vi appartengono le varietà delle tenerine e delle duracine. Altre varietà sono le amarene e le visciole ma esse rientrano nel gruppo delle ciliegie acide. Nutrizionalmente le ciliegie hanno un bassissimo contenuto di calorie, solo 38 Kcal ogni 100 gr, che corrispondono a circa 10-15 ciliegie di medie dimensioni.

ciliegie-7-630x472

Esse hanno un alto contenuto di acqua, quindi sono utili per idratare l’organismo, zuccheri sani, molte fibre e preziosi sali minerali. In particolare, gli zuccheri contenuti nelle ciliegie sono a basso indice glicemico, quindi questa frutta può essere consumata anche dalle persone che soffrono di diabete. Le vitamine in esse contenute sono la C, la A, molto importanti per la salute dell’organismo, mentre il minerale maggiore è il potassio, che protegge l’attività cardiovascolare, e migliora la circolazione proteggendo anche dall’insorgenza dei crampi. Le ciliegie contengono anche alte quantità di betacarotene, sostanza che migliora l’attività dei melanociti e quindi protegge la pelle dai raggi solari e intensifica l’abbronzatura.

La forza delle ciliegie va però ricercata nel loro altissimo contenuto di antocianine, dei flavonoidi in grado di contrastate l’attività dei radicali liberi e prevenirne la formazione. Per questo motivo le ciliegie sono considerate dei frutti antiossidanti e antinfiammatori, in quanto proteggono dallo stress ossidativo e migliorano il tono della pelle, dei capelli e delle unghie.

Le ciliegie hanno anche un alto effetto diuretico, quindi si rivelano perfette per chi soffre di intestino pigro e hanno anche una forte azione lassativa, quindi è ideale non consumarne troppe per non stressare l’organismo e indebolirlo. Recenti studi hanno inoltre evidenziato la capacità delle ciliegie di aumentare la secrezione da parte dell’ipotalamo di melatonina, una sostanza che regola naturalmente il ritmo sonno-veglia, quindi esse si rivelano ideali per contrastare l’insonnia e anche le situazioni emozionali deboli e malinconiche.

Le ciliegie possono essere consumate al naturale dopo pasto per chi non soffre di gonfiori addominali, ma soprattutto come adorabile spuntino mattutino o pomeridiano. Esse diventano l’ingrediente principale nella preparazione di marmellate, composte e per guarnire dolci da forno e al cucchiaio. Il loro sapore dolce e il loro ottimo contenuto nutrizionale le eleggono a cibo di stagione da consumare con avidità, soprattutto se l’intestino è rallentato e necessita di una marcia in più. Le persone che hanno un metabolismo veloce devono invece stare un po’ attente e mangiarne solamente alcune manciate per non incorrere in problemi intestinali.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 5]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM