La dieta del pompelmo per affrontare l’autunno

La dieta del pompelmo nasce negli anni ’70 come regime dietetico naturale. Le virtù di questo frutto sono infatti conosciute da molto tempo, in quanto si tratta di un agrume altamente depurante, ricco di acqua e di fibre, ma soprattutto abile nel regalare un ampio senso di sazietà dopo la sua assunzione. La dieta del pompelmo è arrivata ai nostri giorni pressoché invariata dalla formula originale e si tratta di un regime dimagrante fresco, non particolarmente restrittivo e che annovera il consumo giornaliero di questo frutto così speciale.

Fonte: greenstyle.it
Fonte: greenstyle.it

Si tratta di una dieta decisa e mirata a far perdere fino a 4 kg di peso al mese, introducendo giornalmente il consumo di pompelmo e abbinando i cibi in modo attento e lungimirante. Il pompelmo viene consumato soprattutto al mattino, perché in questa parte della giornata riesce ad essere assimilato in modo migliore e permette di fare un pieno di vitamine, sali minerali e fibre fin dalle prime ore della giornata. Si tratta di un alimento molto importante per le difese immunitarie, quindi ideale da preferire in autunno in previsione dell’arrivo dell’inverno, una stagione in cui le persone possono contrarre raffreddori e influenze con più facilità.

La settimana della dieta del pompelmo inizia con una colazione composta da un caffè di orzo con un cucchiaino di zucchero, due o tre fette biscottate integrali con il miele e una abbondante spremuta di pompelmo. A pranzo è possibile consumare degli spaghetti con verdura fresca, al massimo cinquanta grammi, e una insalata condita con una vinaigrette di pompelmo e limone. A merenda è importante bere un tè verde, dall’alto potere antiossidante, e una spremuta di pompelmo, mentre alla sera si può gustare un minestrone fatto con verdure fresche e un’insalata leggera di pesce con contorno di verdure di stagione.

La settimana prosegue con un regime alimentare simile, quindi al mattino un caffè d’orzo con fette biscottate e premuta di pompelmo. A pranzo è consigliato attuare un consumo di carboidrati attento e abbinato a verdura fresca e al pomeriggio è utile fare merenda con bevande disintossicanti come il tè verde e la spremuta di pompelmo. Alla sera è possibile consumare un primo piatto a base di zuppa di verdura e un secondo che annovera proteine leggere come il pesce selezionato e la carne bianca, accompagnate con abbondanti porzioni di verdura cruda o cotta.

La dieta del pompelmo può interagire con alcuni farmaci specifici a causa del contenuto del frutto. Prima di iniziarla è quindi importante richiedere un consulto medico se si sta attuando una terapia farmacologica.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 13 Media: 4]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM