Home Dieta e Salute Alla scoperta della dieta Okinawa

Alla scoperta della dieta Okinawa

La dieta Okinawa prende il nome dall’isola giapponese dove gli abitanti dimostrano di godere di ottima salute e vantano un’interessante longevità. Gli studiosi di alimentazione hanno quindi osservato e analizzato con attenzione l’alimentazione di queste persone e hanno dato vita alla dieta Okinawa, un regime dietetico molto sano e contenuto sotto il profilo del contenuto calorico, in quanto basato sulla preferenza alla frutta, alla verdura e al pesce magro.

842928

La dieta Okinawa può essere seguita per 21 giorni e promette di agire con azione depurante e rasserenate nell’organismo. Si tratta, inoltre, di un regime antiage, in quanto le sostanze nutritive contenute negli alimenti che la compongono aiutano a mantenere un ottimo tono cellulare e dei tessuti. Non a caso, gli abitanti dell’isola di Okinawa sono molto longevi, perché la dieta che seguono è fonte di antiossidanti e di elementi che contribuiscono al naturale ricambio cellulare.

Le caratteristiche principali di questo piano alimentare vanno quindi ricercate in un bassissimo contenuto di grassi e in un contenuto apporto energetico. Basti pensare che la dieta giornaliera si attesta attorno alle 1000 calorie, ma in nessun caso si dimentica di essere gustosa e altamente appetibile. La prima colazione viene considerata di grande importanza e chiede di integrare proteine, fibre e molte sostanze antiossidanti. La colazione ideale comprende le frittelle ai mirtilli che vengono preparate con latte, preferibilmente di soia o scremato e la bevanda calda di eccellenza è il tè verde. Il tè verde è considerato una bevanda dal forte potere antiossidante, abile nel ringiovanire le cellule e nell’attuare una forte azione brucia grassi nell’organismo, soprattutto se scelto puro e di elevata qualità.

Il pranzo proposto dalla dieta Okinawa si basa sulle verdure, quindi alghe, broccoli, asparagi e patate dolci, tutti ortaggi e verdure ricchissimi di antiossidanti e di vitamine. La forma di cottura eletta è il salubre vapore, che mantiene inalterato il gusto e soprattutto il valore nutritivo delle degli alimenti, assicurando un pieno di vitamine e di sali minerali. La cena della dieta Okinawa si basa quindi sul pesce, che abbonda nell’isola e che chiede di essere consumato almeno quattro volte alla settimana e accompagnato da cereali integrali, da verdure a foglia verde o da prodotti come il miso. I dolci non sono assolutamente banditi, ma chiedono di essere ricercati nella frutta fresca e nella torta di riso, un dolce molto famoso in Giappone, ma che può essere preparato seguendo le tante ricette che possono essere reperite in rete.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 11 Media: 5]