Home Dieta e Salute La ritenzione idrica: cause e rimedi

La ritenzione idrica: cause e rimedi

COS’E’
Il termine “ritenzione idrica” viene impiegato per indicare la tendenza a trattenere liquidi nell’organismo provocando la comparsa di edemi soprattutto nelle zone predisposte all’accumulo di grasso come l’addome, le cosce e i glutei.

Il malfunzionamento del sistema venoso e linfatico provoca oltre al ristagno dei liquidi, non è in grado di espellere numerose tossine, che restano intrappolate, alterando il metabolismo cellulare già compromesso dallo scarso apporto di ossigeno e nutrienti. La ritenzione idrica è un disturbo molto diffuso tra le donne che comporta dei danni estetici e può provocare, nel tempo, la comparsa di alcune patologie come l’insufficienza renale, disfunzioni cardiache e reazioni allergiche.

Per verificare l’eventuale presenza di questo disturbo oltre a sottoporsi ai numerosi test esistenti, potete utilizzare questo metodo: premere con forza il pollice sulla parte anteriore della coscia per qualche secondo; se dopo aver sollevato il dito, l’impronta è ben visibile siamo, con buona probabilità, in presenza di ritenzione idrica.

LE CAUSE
Le cause  delle ritenzione idrica sono molteplici:

  • uno scorretto stile di vita caratterizzato da un‘eccessiva sedentarietà, dal fumo, da un eccessivo consumo di alcolici, dal sovrappeso, dall’abuso di caffé, dall’uso di abiti troppo attillati o tacchi vertiginosi;
  • sono spesso messi sotto accusa alcuni farmaci come antinfiammatori, cortisonici, terapia ormonale sostitutiva per la menopausa: in questi casi, ovviamente, non potendo fare a mano di assumerli, utile sarà il ricorso a prodotti naturali che ci aiutino a ridurre il ristagno dei liquidi, agendo sul sistema circolatorio;
  • le cattive abitudini alimentari: l’eccessiva assunzione di sodio aumenta la ritenzione idrica; spesso, erroneamente, si pensa che il rimedio migliore per combattere l’accumulo dei liquidi presente nell’organismo è bere tanta acqua povera di sodio; in realtà ciò aiuta ben poco in quanto bere tanta acqua iperidrata l’organismo aumentano la ritenzione idrica. Pertanto, l’unico modo per evitare la ritenzione idrica è assumere poco sodio, limitando in cucina il consumo di sale e gli altri alimenti a rischio come i salumi;
  • la cattiva circolazione.

COME COMBATTERLA

Se non ci sono particolari patologie alla base, sarà sufficiente correggere le cause che hanno generato la comparsa del problema: il miglior rimedio è praticare uno sport, come il nuoto o una passeggiata a passo sostenuto; mangiare in modo sano, evitando formaggi stagionati, salumi, arachidi salate, salmone affumicato, puntando invece su frutta, verdura, formaggi freschi, pane integrale e cipolle che migliorano il drenaggio.
Oltre a questi piccole accortezze nello stile di vita, di grande aiuto al fine di stimolare la circolazione, sarà posizionare un cuscino sotto ai piedi in modo da tenerli leggermente sollevati dal materasso.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 11 Media: 4.6]