Collegati con noi

Dieta personalizzata

Dieta personalizzata


Parliamo sempre di diete e regimi alimentari che molte volte, anzi quasi sempre, ci impongono cibi che non piacciono, i più stravaganti alimenti esistenti sul pianeta, che però non hanno  un riscontro oggettivo notevole e alcune volte ci inducono ad abbandonare il piano alimentare imposto.

Siamo convinti però che per dimagrire con il sorriso, o comunque non risentire  la mancanza di alcuni cibi, ed affrontare con maggiore serenità una dieta sia sempre bene affidarsi a nutrizionisti esperti che sapranno scegliere e consigliare il regime alimentare ideale  e progettato su misura. Solo un professionista (dietista o nutrizionista) saprà individuare le reali esigenze e le strategie migliori per individuare il regime alimentare perfetto e personalizzato, caso per caso, in base alle caratteristiche fisiche di ogni soggetto e soprattutto in base alle abitudini alimentari e allo stile di vita.

La dieta personalizzata

La dieta è vista come una sorta di lavoro personale da fare su se stessi, laddove, oltre l’aspetto fisico, bisogna prestare attenzione anche a quello psicologico, non meno importante. In molti infatti decidono di mettersi a dieta, per poi smettere quasi subito, perché magari non confortati dal cibo “imposto”.

Il più delle volte la dieta viene sovraccaricata di aspettative: dimagrimento veloce e mirato senza abbandonare uno stile di vita sedentario o semi sedentario e qualche piccolo sgarro a tavola. Una dieta all’ultimo minuto non può sconfiggere il grasso superfluo e soprattutto non può conseguire risultati duraturi nel tempo. Chirurgia estetica a parte, l’unica soluzione efficace è quella di associare una alimentazione equilibrata a un regolare programma di attività fisica per accelerare il metabolismo corporeo e bruciare i grassi in eccesso.

Il cambio di abitudini, una giusta prospettiva e un regime alimentare sano sono la chiave giusta per dimagrire in modo corretto. Una dieta personalizzata viene costruita personalmente, tenendo conto non soltanto di peso forma, massa magra e grassa, abitudini alimentari, o ancora attività sportiva svolta, ma anche e soprattutto dei gusti alimentari, cosa di non poco conto in un momento in cui è facile dire addio alla dieta per sempre.

Quante calorie bisogna tagliare? Non esiste una risposta valida in assoluto ma in genere si tende a eliminare tra le 500 e le 1000 calorie al giorno. Se siete a caccia di formule magiche non ne troverete. Ogni persona dovrebbe prendere spunto da questi numeri e adattarli alla propria realtà per cercare e testare il piano di dieta creato. Se si tagliano ben 1000 calorie dalla propria dieta ma si fatica a perdere peso significa che non si è ancora raggiunto il deficit calorico e che sarà necessario ridurre ancora l’introito calorico giornaliero.

Ritrovare l’equilibrio con il proprio corpo e la propria mente è un lavoro davvero notevole, che va affrontato con molta serenità e pazienza. Seguire i propri gusti alimentari è una buona base per riuscire nell’impresa che spesso diventa di una difficoltà davvero assurda.

Come scegliere una dieta personalizzata

Quando parliamo di dieta personalizzata ci riferiamo a consigli alimentari, nati in seguito alla valutazioni di parametri ben precisi, come età, peso, stile di vita, abitudini alimentari, malattie insomma  tutta una serie di punti che variano da persona a persona, tenendo anche ben presente i gusti alimentari personali, che ci aiutano ad affrontare con più serenità, una dieta.

La dieta non può assolutamente essere uguale per tutti, non è detto infatti che una dieta specifica che ha avuto esiti positivi nei confronti di una persona abbia necessariamente esito positivo anche su un’altra. Gli aspetti da valutare, e non sottovalutare sono davvero tanti, e tutti di estrema importanza.

Creare da soli una dieta personalizzata

Molte persone preferiscono creare da sole la propria dieta personalizzata, senza dover ricorrere all’aiuto di un nutrizionista e un dietologo, magari navigando un po’ in Internet e spulciando i vari siti che offrono diete personalizzate gratuite e ricette per arricchire la dieta come Melarossa. Per farlo è necessario prima di tutto conoscere molto bene il proprio corpo e ovviamente tutti i principi nutritivi di cui ha bisogno.

Scegliendo un modello di base di dieta, si potrà ottenere risultati soddisfacenti. E’ ovviamente molto importante sceglierne una equilibrata, come ad esempio l’ottima dieta mediterranea Dopo calcolando l’indice metabolico e della massa corporea, si andrà a stabilire quanti chili si deve perdere o qual è l’indice di grasso da convertire in massa magra.

In questo modo si struttura un buon modello di dieta dimagrante personalizzata. Alcuni concetti chiave di una sana alimentazione sono:

  • Diminuire il consumo dei carboidrati complessi, che hanno un alto indice glicemico;
  • Privilegiare le carni bianche (magre) e il pesce;
  • Consumare molta verdura e frutta;
  • Praticare anche uno sport.

Chi vuole seguire una dieta personalizzata deve anche iniziare a comprendere i segnali del proprio corpo, come potrebbero essere mal di testa, mal di schiena o altri dolori che stanno in alcuni casi a indicare un allenamento sbagliato o alcune carenze a livello alimentare.

Esempi di dieta personalizzata da cui partire:

  • La dieta mediterranea ha un riscontro davvero notevole anzi si può dire che è la dieta più seguita soprattutto da chi vuol perdere peso non rinunciando a pasta e pizza. E’ stata considerata dall’UNESCO patrimonio immateriale dell’Umanità e i medici di tutto il mondo l’hanno definita la più salutare. Questa dieta è caratterizzata da un elevato consumo di frutta e verdura, legumi, pesce, olio di oliva, latticini e carne in quantità moderata. La tipica alimentazione del nostro Paese costruisce una dieta completa, varia e bilanciata con poche controindicazioni (morbo celiaco e intolleranze al glutine).
  • Dieta proteica – Blackburn: è una dieta basata prevalentemente su proteine, anche se vi sono alcuni esperti che sconsigliano di seguirla, per gli eventuali effetti futuri, non positivi,  che la dieta proteica può avere sul nostro organismo. L’assunzione di proteine preassimilabili ad alto valore biologico e precise quantità di sali minerali, vitamine e fibre favorirebbe un calo rapido del peso corporeo e in particolare di vita, glutei e cosce. Questo tipo di diete alla lunga possono avere effetti collaterali, per tanto noi consigliamo di chiedere sempre il parere del medico prima di metterla in pratica.
  • Dieta localizzataideale per ritrovare la forma fisica persa, agendo direttamente su precise zone del corpo. E’ ideale per coloro che ad esempio voglio affinare i fianchi, togliendo magari i cuscinetti in eccesso. Questa dieta mediterranea sbilanciata con pochi carboidrati e molti lipidi si basa sull’ipotesi che si possa dimagrire semplicemente raggiungendo un particolare rapporto tra insulina e glucagone (ognuno dei 5 pasti giornalieri dovrebbe raggiungere il rapporto 40-30-30 tra carboidrati, proteine e lipidi).
  • Dieta Vegetariana: per chi vuole seguire una dieta personalizzata ma non vuole rinunciare ai propri principi. L’eliminazione di carne, pesce e insaccati lascia spazio all’introduzione di alimenti come legumi e soia, nonché al ricorso di particolari integrazioni di ferro e vitamine.
  • Dieta Dash: anche questo regime alimentare studiato per tenere a bada l’ipertensione può rivelarsi un buon punto di partenza. Non a caso è stata considerata una delle diete più equilibrate di sempre (dopo quella mediterranea ovviamente). Per seguire questa particolare dieta bisogna contenere l’apporto di sodio e aumentare quello di potassio (frutta, verdura e alimenti integrali), controllare il peso corporeo e limitare il consumo di alcolici.
  • Scarsdale: si basa su 2 fasi alimentari da seguire in 14 giorni. Se nella prima fase si deve ridurre l’apporto di carboidrati e zuccheri a favore delle proteine, nella seconda fase si deve reinserire gradualmente carboidrati e grassi. Un metodo in grado di garantire una perdita di peso consistente (anche di mezzo chilo al giorno).
  • Dieta dissociata: si tratta di una dieta inventata nel 1911 e che si basa su regole precise come non mangiare carboidrati con proteine e frutti acidi durante lo stesso pasto; focalizzare l’attenzione su verdura, insalata e frutta; mangiare proteine, amido e grassi in quantità limitata; prediligere grano integrale ad alimenti raffinati e processati; far intercorrere un intervallo di almeno 4 ore / 4 ore e mezza tra pasti di tipo differente.
  • Dieta Dunkan: è un programma di 4 fasi che include alimenti ricchi di proteine e poco calorici, che hanno quindi il vantaggio di diminuire l’appetito (fase d’urto a base di proteine pure, fase alternativa, fase di consolidamenti, fase di mantenimento). La dieta Dunkan viene definita come iperproteica, vale a dire una dieta che privilegia le proteine e rischia di far aumentare il tasso di colesterolo nel sangue.
  • Dieta Atkins: è una dieta iperproteica degli anni ’70 che si divide in 2 fasi. Nella prima si possono mangiare senza limiti carne, molluschi, crostacei e grassi, rinunciando del tutto ai carboidrati e quasi del tutto alle verdure, per consumare le proprie riserve di grasso. Nella seconda fase, invece, si reintroducono poco alla volta i carboidrati e le verdure.
  • Dieta del gruppo sanguigno: si basa sul principio che ciascuno dei 4 gruppi sanguigni (0, A, B e AB) risponde in modo diverso al cibo: il gruppo sanguigno 0 dovrebbe prediligere la carne ed evitare grano e frumento; il gruppo sanguigno A dovrebbe prediligere proteine vegetali ed evitare i latticini; il gruppo sanguigno B  dovrebbe mantenere una dieta onnivora con latticini, verdura e cereali; il gruppo sanguigno AB dovrebbe preferire un’ alimentazione equilibrata e varia senza esagerare con i latticini.

Sul web esistono varie diete personalizzate online e siti come Melarossa che offrono diete personalizzate gratuite senza registrazione, ma restiamo della convinzione che è sempre bene chiedere parere a un esperto, prima di iniziare qualsivoglia dieta, per rendere giuste ed equilibrate, le nostre scelte alimentari.

La miglior dieta personalizzata è quella che avete studiato insieme al vostro nutrizionista, il quale non solo imparerà a conoscervi molto bene, ma avrà dalla sua anche studi e una lunga esperienza che gli consentiranno di consigliarvi nel migliore dei modi, seguendovi passo passo e monitorando i miglioramenti, adattando la dieta ad ogni vostra nuova, futura esigenza.

Quando ci si rivolge al nutrizionista, infatti, si compie un vero e proprio atto di fiducia perché ci si appresta a rispondere a domande precise circa gusti e abitudini alimentari, stile di vita e comportamenti abituali. Potrebbe mai una dieta personalizzata gratuita tener conto di intolleranze, allergie e preferenze?

Una dieta personalizzata mirata alle necessità individuali si presenta suddivisa per giorni e fasce della giornata. Un esempio? Un normale lunedì di un regime alimentare di circa 1200/1400 calorie si presenta in questo modo:

  • Colazione – Latte macchiato e 30 g di biscotti frollini;
  • Spuntino – 70 g di banana , 130 g di arancia, 100 g di mela o 170 g di pesche ;
  • Pranzo – 50 g di riso all’olio o pasta con 50 g di ceci stufati o fagioli, 100 g di ricotta fresca di mucca o 60 g di mozzarella/scamorza, 150 g di carote crude o 300 g di zucchine e 80 g di uva, 130 g di arancia o 170 g di fragole;
  • Spuntino – 25 g di pavesini o 1 barretta ai cereali;
  • Cena – 120 g di vitello o 100 g di petto di pollo/tacchino, 100 g di insalata di rucola, carciofi o melanzane, 50 g di pane di frumento e 100 g di mele/kiwi o 130 g di arancia.

Quando il nutrizionista ha stilato un piano alimentare di questo tipo per l’intera settimana ha preso in considerazione l’età, le abitudini alimentari e l’impossibilità logistica di fare esercizio fisico. Si tratta di una donna di 30 anni alta 1.68 centimetri che si reca un paio di giorni alla settimana in palestra e mangia in modo scorretto con picchi nutritivi nel corso della giornata (colazione, piattone di pasta a pranzo e cena con secondo e contorno ma anche quiche e maxi-tost).

Non è semplice seguire rigorosamente una dieta alimentare perché molto spesso, oltre a pesare gli alimenti a crudo e rinunciare a salse e condimenti corposi, si crea una routine nei metodi di preparazione e cottura da “esasperare” chi la segue. Ma non bisogna demordere. Quasi sicuramente troverete un modo diverso per preparare il semplice contorno o dare sapore ai secondi con l’aggiunta di erbe aromatiche e spezie, magari sfruttando il sito www.melarossa.it e altri siti come www.cucinarefacile.com oppure chiedendo consiglio proprio al vostro nutrizionista.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

Lascia un commento

  • anna rita bizzarri

    salve ho mio figlio ( 14 anni) che ha qualche kilo di troppo….. mangia tutto senza problemi ma in particolare la pasta asciutta e panini. mi puo consigliare una dieta adatta alla sua età ? grazie

  • irene scomparin

    Ciao ho 12 anni e ho davvero bisogno di perdere peso!! Vi prego aiutatemi… Devo dimagrire entro la prossima estate! Grazie 🙂

  • Dunia Veliz

    Sono diventata diabetica, o veramente bisogno di aiuto, una dieta per dimagrire mi potrebbe aiutare moltisimo ma non so come fare aiuto vi prego.
    Grazie mille

  • VIO

    SALVE,ho una bambina di 6 anni che a bisognio di diminuire il pesso ,potrebbe aiutarmi con una dieta.GRAZIE MILLE.!!!!!!!!!!!!!!

  • mario

    aiutatemi, ho 63 sono alto 1.65 peso 90

    non posso fare attivita’ fisica per dolori al ginocchio

    lavoro sedentario, grazie

  • marta

    BUON GIORNO IO VORREI UNA DIETA PERSONALIZZATA A ZONE HO 23 ANNI E PESO 47 KL E SONO ALTA 1.55. GRAZIE

  • Luca M.

    Ciao Marta, grazie per averci scritto! Come abbiamo più volte espresso nel nostro articolo, non è consigliabile suggerire una dieta generica… in quanto ciascun individuo ha delle caratteristiche fisiche e soprattutto stili di vita (e abitudini alimentari) differenti. Sarebbe quindi controproducente suggerirti una dieta specifica senza conoscere il tuo stile di vita, se fai o meno attività fisica, gli orari nei quali consumi i pasti, i cibi abituali di cui fai uso… e molto, molto altro. Ti consigliamo quindi, come consigliamo a tutti, di rivolgerti ad un nutrizionista, una persona di fiducia che ti possa seguire passo dopo passo ed aiutarti a modificare gradualmente le tue abitudini alimentari.

    La dieta mediterranea (https://www.dietagratis.com/diete/3-dieta_mediterranea/) resta sempre e comunque una perfetta base di partenza anche per una “dieta fai da te” e nella maggior parte dei casi non ci sono controindicazioni particolari nell’adottarla quale regime alimentare abituale.

  • ROSSELLA

    CIAO HO QUASI 20 ANNI STO A DIETA DA PARECCHIO E GIA SONO DIMAGRITA 1 KILI MI MANCANO ALTRI 10 KILI CHE NON RIESCO A DIMAGRIRE PIU. POTRESTI DARMI UNA DIETA CHE MI AIUTA? GRAZIE ANTICIPATAMENTE…

  • ROSSELLA

    16 KILI *

  • Anna

    salve peso 60 chili e sono alta 1,60 .. ho bisogno di dimagrire può aiutarmi ?

Non perderti questi consigli

Le diete più popolari

Scopri i Segreti per Dimagrire Naturalmente! Iscriviti gratis e ricevi l'ebook omaggio!
Ebook per dimagrire

SCOPRI COME DIMAGRIRE