La Dieta Verde per ritrovare la linea

2204_0

 

Quando ci si sente appesantiti, ingrassati o si accusa qualche malanno, si tende a mangiare “in bianco”, in realtà invece la cosa migliore in questi casi è quella di scegliere una dieta verde. Una dieta verde conta verdure gustose e ricche di elementi preziosi come le bietole, i broccoli, i carciofi, gli spinaci, le zucchine, le fave o la verza, questi devono essere inseriti nella dieta a seconda della stagione e sono ottimi per assumere il massimo di vitamine, sali minerali, polifenoli e antiossidanti che agiscono creando benessere per le arterie, contrastando l’azione dei radicali liberi. Inoltre gli ortaggi verdi sono ricchissimi di fibre preziose per il metabolismo dei grassi, poco calorici e con alto potere saziante, aiutano a tenere sotto controllo il sovrappeso che è uno dei fattori di rischio delle malattie cardiovascolari.

 

Il benessere dal verde

Sono tanti i piatti a base di ortaggi verdi che possono aiutare e migliorare il funzionamento del tuo apparato cardiocircolatorio . Non solo ortaggi e verdure a foglia verde, ma anche i frutti come il kiwi, che rappresentano una grande fonte di potassio. Questo minerale infatti ha un effetto positivo sulla pressione arteriosa e, secondo alcuni studi medici, può aiutare a ridurre il rischio di ictus cerebrale.

La dieta verde prevede anche un consumo buono di olio d’oliva, un condimento “verde” sano e buonissimo! L’olio d’oliva infatti è composto da grassi insaturi che hanno la capacità di ridurre le placche arteriosclerotiche che possono crearsi all’interno dei vasi sanguigni e di conseguenza permettono di abbassare il livello di colesterolo cattivo (Ldl) e innalzare il colesterolo buono (Hdl) . L’olio d’oliva dunque è il condimento perfetto per eccellenza, ne bastano solo tre cucchiai al giorno per mantenersi in salute e in forma. Nella dieta della giornata un cucchiaio può essere utilizzato per condire la pasta, un cucchiaio per il secondo e per le due porzioni di verdura. Ovviamente l’olio deve essere consumato con moderazione, se viene mangiato in eccesso infatti fa aumentare il colesterolo.

La dieta verde prevede anche il consumo di fave e piselli. Questi cibi contengono una buona dose di proteine di origine vegetale come quelli che sono contenuti nei legumi, anche in fagioli o insalata_verdelenticchie. Le proteine infatti aiutano ad abbassare il livello di colesterolo nel sangue. Basti pensare che una recente ricerca americana, pubblicata su Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Diseases, ha dimostrato che il consumo giornaliero di circa 80-140 grammi di legumi per un periodo di almeno tre settimane può provocare una riduzione media del colesterolo totale presente nel corpo di 11,8 milligrammi per decilitro e del colesterolo cattivo Ldl di 8 milligrammi.

La dieta verde è una dita che vuole bene al cuore sono da privilegiare le proteine dei legumi, mentre le proteine di origine animale andrebbero assunte con il pesce. Preferite la carne bianca, di pollo, di tacchino e di coniglio, ma ricordatevi di mangiarla solo due-tre volte a settimana. Lo stesso discorso vale per le uova e i formaggi, preferendo ovviamente quelli con meno grassi, come fiocchi di latte, ricotta di mucca, mozzarella vaccina e caciottina fresca.

Una dieta verde, alla prima impressione, potrebbe sembrare una dieta un po’ povera e “triste”, in realtà invece gli ortaggi possono essere utilizzati per creare piatti divertenti e ottimi. Per dare più gusto usa le erbe aromatiche come salvia, basilico, rosmarino, prezzemolo, erba cipollina, ottime anche spezie come pepe, cannella, peperoncino, curry in grado di insaporire ogni ricetta. Usando le spezie potrai inoltre limitare al massimo il sale per tenendo a bada l’ipertensione. Infatti un consumo di sale in eccesso provoca un aumento della pressione e aumenta il rischio di problemi cardiovascolare. Ricordatevi dunque di dimezzare il consumo di sale per ridurre la pressione sistolica in media di 5 mmHg (millimetri di mercurio) e quella diastolica di 3 mmHg. In questo modo il rischio di ictus diminuirà del 20%.

 

E in alternativa scegli il pesce

Una valida alternativa alla dieta verde è rappresentata dal pesce che può aiutare a proteggere il cuore, rimanere in forma e prevenire numerose malattie. È stato infatti dimostrato che chi mangia un piatto di pesce almeno tre volte alla settimana può ottenere un rischio inferiore di  accusare infarti e ictus. Il consiglio come sempre è quello di consumare il pesce azzurro  sano e soprattutto poco costoso. Fra le varietà di pesce azzurro troviamo ad esempio l’acciuga, le sardine, lo sgombro, il tonno e il pesce spada, tutti molto ricchi di omega 3. Scegli le cotture semplici come al forno anche la cottura al vapore, la bollitura e il forno tradizionale.

 

Se vuoi lasciarti andare ai peccati di gola scegli il cioccolato fondente

Se proprio non ce la fate a rinunciare ad un peccato di gola a fine pasto scegliete però bene. Come? ad esempio assaporando un bel cioccolatino fondente. Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Nutrition se consumano circa 7 grammi di cioccolato fondente due-tre volte la settimana si possono prevenire numerose malattie cardiovascolari.

 

 Per approfondimenti:

 Su Dietagratis.com:

La dieta verde

Dieta vegetariana

  I vantaggi della dieta vegetariana

La dieta vegetariana per vivere meglio

 

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 16 Media: 4]