Home Diete Dieta del minestrone: benefici, controindicazioni e menù

Dieta del minestrone: benefici, controindicazioni e menù


Oggi vogliamo parlarvi della dieta del minestrone. Approfondiremo meglio l’argomento, cercando di capire se questa dieta funziona davvero, quali sono i suoi benefici e le controindicazioni. A fine articolo troverete anche un menù di esempio della durata di una settimana. Prima di correre al termine di questa pagina però, vi consiglio di leggere con attenzione l’articolo però siamo certi potrà offrirvi degli spunti di riflessione molto interessanti e vi aiuterà a capire bene se questa dieta può fare a caso vostro davvero.

dieta

La dieta del minestrone, come il nome suggerisce, si basa proprio sul consumo del minestrone. Un pasto che deve essere preparato con cura, a base di peperoni, cipolle, pomodori, sedano, verza ecc. Si potrà poi condire con spezie e sale. Ricordiamo però una cosa: deve essere mangiato tutti i giorni e ogni volta che si ha voglia, per un minimo di una volta al giorno.

L’apporto calorico della dieta del minestrone è basso. Si parla di circa 800 calorie ogni giorno. E’ povera di proteine, specialmente durante i primi giorni dove il consumo degli alimenti si limiterà quasi esclusivamente a frutta e verdura.

La dieta deve essere seguita almeno per sette giorni e dopo, se lo si desidera, si può ripetere nuovamente per un’altra settimana.

La dieta del minestrone funziona?

I nonni, i genitori, gli insegnanti… tutti ci hanno sempre ricordato che le verdure fanno bene e dovrebbero essere consumate in grandi quantità ogni giorno. Facendo questo collegamento, è automatico pensare che la dieta del minestrone sia assolutamente salutare. E da una parte è vero: vengono sfruttate tutte le proprietà delle verdure, le quali donano all’organismo vitamine, sali minerali e fibre.

Le verdure poi hanno un’azione depurativa e disintossicante nei confronti di tossine e scorie, le quali causano tanti fastidiosi problemi. La dieta del minestrone poi, aiuta davvero a perdere alcuni chili di troppo, utile soprattutto per coloro che devono smaltire 5 o 6 chili. Questo regime alimentare può aiutare a perdere 8 kg in 15 giorni.

Ricordiamo infatti che la dieta del minestrone nasce in un ospedale americano ed è rivolta ai pazienti che sono malati di cuore e che necessitavano di perdere in modo veloce il peso, per arrivare pronti all’intervento chirurgico.

I risultati hanno subito colpito e infatti, negli anni ’90, divvenne una delle diete più gettonate tra coloro che volevano perdere peso grazie a una dieta monopiatto.

Dieta del minestrone: quali sono le controindicazioni?

E’ vero, questa dieta fa perdere peso. Ma quali sono le controindicazioni e i rischi per la salute? Sentendo il parere dei nutrizionisti, è un modello di dieta sbagliato. Il primo di tutti i difetti è quello di essere una dieta a tema. Cioè un regime alimentare monotematico. Questo tipo di dieta  è altamente sbagliato proprio perché ignora l’importanza che un’alimentazione con grande varietà di cibi ha nella vita di tutti i giorni e nel mantenimento della salute.

La dieta del minestrone poi, vede una carenza dei carboidrati complessi. I quali come abbiamo capito sono essenziali per mantenere buoni i valori nel sangue della glicemia e mantenere una buona tonicità muscolare.

La dieta del minestrone poi, esclude completamente le proteine 4 giorni su sette, cosa che porta si l’organismo a eliminare i liquidi, ma riduce anche la massa muscolare. Vi è poi una carenza vitaminica che compromette la salute e porta diversi problemi a livello osseo. Tra i sintomi fisici più comuni troviamo diuresi ricorrente, dolore alle ossa, schiena e articolazioni, mal di testa e motilità intestinale.

E’ stata considerata in fin dei conti la dieta più squilibrata in assoluto, la quale porterà poi la persona a riprendere tutti i chili persi nel giro di pochi giorni!

minestrone

La dieta fast del minestrone

Primo giorno
Colazione: una tazza di caffè o di tè; mele e pere
Spuntino: un succo di frutta senza zucchero
Pranzo: un minestrone e 2 mele
Merenda: un succo di frutta senza zucchero
Cena: minestrone e due pere

Secondo giorno
Colazione: un caffè
Spuntino: una tazza di tè
Pranzo: minestrone; un piatto di bietole e cicoria bollita e ripassata in padella
Merenda: un tè o un caffè
Cena: minestrone con 200 g di patate lesse con un filo d’olio extravergine d’oliva

Terzo giorno
Colazione: un tè o un caffè;  due pere e una fetta d’ananas
Spuntino: un succo di frutta senza zucchero
Pranzo: un minestrone; un piatto di carote e carciofi crudi
Merenda: un succo di frutta senza zucchero
Cena: minestrone; un piatto di peperoni, melanzane e zucchine cotte alla griglia

Quarto giorno
Colazione: un cappuccino con 200 ml di latte scremato; due banane
Spuntino: un tè o un caffè
Pranzo: 200 g di yogurt magro con pezzi di frutta; una banana
Merenda: un tè verde
Cena: minestrone; un frullato con 200 ml di latte, fragole e una banana

Quinto giorno
Colazione: un caffè
Spuntino: un tè nero
Pranzo: 300 g di pesce cotto al vapore con capperi e pomodorini
Merenda: un tè
Cena: minestrone; un’orata cotta alla griglia

Sesto giorno

Colazione: un caffè
Spuntino: un tè bianco
Pranzo: 2 bistecche di maiale cotte alla griglia; zucchine cotte al vapore
Merenda: un tè
Cena: minestrone; pollo arrosto senza pelle con patate

Settimo giorno
Colazione: un caffè
Spuntino: un succo di frutta senza zucchero
Pranzo: 200 g di riso integrale con zucchine, asparagi, carote e cipolle
Merenda: un succo di frutta senza zucchero
Cena: un minestrone; barbabietole cotte al vapore

Ricetta del minestrone:

Volete perdere peso con la dieta del minestrone? Allora vi parliamo di come si prepara questo piatto buonissimo e nutriente. Ricordiamo comunque che è una dieta dalle tante controindicazioni e per tanto, il nostro consiglio è quello di parlarne con il vostro dietologo.

  • 2 Peperoni
  • 1 Carota
  • 4 pomodori
  • 1 cipolla
  • 500 grammi di spinazi
  • 1 cavolo verza
  • 2 costole di sedano
  • 2 zucchine

Procedimento:

tagliare a dadini gli ingredienti e farli cuocere all’interno di un brodo vegetale, il quale deve essere ottenuto unendo un dado con almeno 5 litri di acqua. Quando le verdure sono tutte cotte, togliete l’acqua in eccesso e condite con sale e spezie. Aggiungete un filo d’oliva a crudo.

Visto che le dosi sono sostanziose, conservate il minestrone in frigo. Dura fino a due giorni e, in estate, è buonissimo consumato anche a freddo!

Ricordatevi di utilizzare sempre verdure fresche e di evitare di acquistare il minestrone nelle buste già pronte. In questo modo potete scegliere voi le verdure, magari optando per quelle biologiche e che vi piacciono di più.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 5 Media: 2,6]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.