Home Dieta e Salute La Dieta del Minestrone

La Dieta del Minestrone

Conosciamo meglio la dieta del minestrone: come funziona, le testimonianze, lo schema settimanale e le controindicazioni.

Minestrone- foto flickr.com

Come si può immaginare, ovviamente si tratta di una dieta dimagrante utile per perdere peso e in cui il principale alimento è appunto il minestrone.

Inventata nel Sacred Memorial Hospital di Saint Louis, per pazienti obesi con cardiopatie che per necessità chirurgiche debbono perdere svariati chili di troppo in pochi giorni, questa dieta deve essere autorizzata dal medico perché si tratta di una soluzione severa.

È necessario seguirla con costanza per apprezzarne al meglio gli effetti. Per metterla in pratica sono necessarie ottime condizioni fisiche e non la si può seguire per oltre una settimana.

Trattasi di una dieta dimagrante molto veloce… una sorta di guerra “lampo” ai chili di troppo!

La dieta del minestrone è molto richiesta e di successo e i motivi sono semplici:

  1. Consente di perdere peso velocemente e non si consiglia a chi deve perdere solamente un paio di chili ma a chi è in sovrappeso di almeno sei o sette chili. Diventa particolarmente indicata perché facile da seguire. La dieta del minestrone non limita le quantità in quanto non prevede il calcolo delle calorie. Ci si limita solamente a una restrizione sommaria.
  2. Prevede una riduzione ed in alcuni casi l’eliminazione dei grassi e dei carboidrati (pane, pasta, riso) ovvero le fonti di energia dell’organismo. Il corpo si troverà così, seguendo questo regime alimentare, ad attingere e a bruciare i grassi di deposito con conseguente perdita di peso.

Quando iniziare la dieta del minestrone?

Si consiglia di iniziare questa cura durante il fine settimana, per il fatto che la dieta del minestrone e lo schema settimanale richiedono un impegno maggiore nei primi giorni. Bisogna consumare esclusivamente frutta e verdura allo scopo di eliminare le tossine e depurare l’organismo.

Problemi con la dieta del minestrone

L’azione di disintossicazione può, in certi casi, provocare dei fastidi che non ci devono scoraggiare. Si possono verificare infatti: mal di testa, dolori alla schiena ed alle articolazioni, frequenti evacuazioni (sono solo i segnali della disintossicazione in atto) e probabile comparsa di abbondante.

Visti questi piccoli problemi che quasi sicuramente si presenteranno, si consiglia di iniziarla durante il week end o in un periodo libero da impegni importanti. Per contrastare gli eventuali attacchi di fame si può far ricorso al protagonista della dieta del minestrone solo la sera o in qualsiasi momento della giornata.

Durante tutto il periodo in cui seguiamo questa dieta dimagrante, si raccomanda di bere circa due litri di acqua al giorno. Si consiglia di bere molto di più al quarto o quinto giorno della dieta, in quanto questo coincide con un elevato consumo di proteine e grassi animali (sostanze che in genere accumulano molte tossine e che pertanto devono essere espulse dall’organismo attraverso l’urina).

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 21 Media: 4]
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.