La dieta del miele

dieta del miele

La dieta del miele, chiamata Honey Diet, è stata inventata e stilata dal nutrizionista britannico di Edimburgo, Mike McInnes, e si basa principalmente sulla ricerca di equilibrio donata da questo prezioso alimento naturale. Il miele viene, infatti, considerato come un antibiotico naturale, come un cibo alcalino che quindi sa regolare l’acidità dell’organismo e anche come un cibo dall’intensa azione detossinante e antiossidante. La dieta del miele inserisce quindi questo alimento nella dieta giornaliera e lo fa in modo interessante, in quanto si tratta di un regime alimentare votato al dimagrimento.

Secondo l’ideatore della Honey Diet Mike McInnes, il miele contiene degli ormoni che se attivati durante il sonno sono in grado di favorire l’eliminazione dei grasso in eccesso. Non solo, in quanto l’azione notturna di questo alimento andrebbe a movimentare e ad alterare positivamente il metabolismo, portando ad una conseguente riduzione dell’assunzione di carboidrati e zuccheri.

La dieta del miele propone quindi di sostituire ogni zucchero assunto durante la giornata con il miele, in tutte le bevande e anche nella preparazione dei dolci da forno. Il miele va inoltre assunto al mattino nella dose di due cucchiaini al naturale o sciolto in un bicchiere di acqua tiepida con aggiunta di succo di limone. Il miele chiede inoltre di essere assunto nella stessa proporzione prima di coricarsi, perché durante la notte possa svolgere la sua funzione attivante del metabolismo.

Il resto della dieta chiede di essere attento e mirato. Un no assoluto va detto al cosiddetto junk food o cibo spazzatura, quindi cibi grassi, troppo cotti, fritti, agli zuccheri raffinati e ai grassi idrogenati, come ad esempio quelli contenuti negli snack e nelle merendine. Le proteine chiedono di essere assunte prevalentemente di origine vegetale e la carne può essere consumata 5 volte al mese. Le uova sono approvate, ma il ‘grosso’ delle proteine deve provenire dai fagioli. Verdura in abbondanza, tanta insalata cruda e frutta a volontà vanno a definire la dieta del miele, che segue la classica regola del ‘5’, ovvero impone di consumare al giorno almeno 5 porzioni di frutta e di verdura.

Cereali integrali e fibre sono gli alimenti da preferire per attingere la giusta quantità di carboidrati, mentre i prodotti caseari vengono limitati e devono essere scelti in versione magra. La dieta del miele prevede di non assumere carboidrati per un giorno alla settimana e di eliminare in toto le patate, un alimento che potrebbe innalzare troppo il tasso glicemico se assunto in combinazione con l’elevata quantità di miele prevista da questa speciale dieta alimentare.

Scopri quale dieta per dimagrire velocemente è più adatta a te

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 10 Media: 4]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM