Le cotture light

Per ottenere piatti appetitosi, digeribili e dietetici, oltre alla scelta degli ingredienti, fondamentale è il metodo di cottura; spesso, infatti, basta modificare le proprie abitudini in cucina per dimezzare le calorie.

Ecco le cotture alleate della linea e i consigli per guadagnare in salute e sapore.

AL VAPORE
La cottura al vapore è tipica della cucina orientale; tale metodo utilizza il vapore sprigionato dall’acqua in ebollizione, senza però che gli alimenti entrino in contatto con il liquido di cottura. Ciò fa si che i sali minerali e le vitamine non si perdano.

Per una cottura adeguata, nella pentola va messa una quantità di acqua pari a un decimo del peso degli alimenti (ad esempio, 100 ml per 1 kg) da insaporire con spezie e aromi. Inoltre, gli alimenti vanno tagliati a piccoli pezzi, in modo che il vapore possa raggiungere e profumare ogni parte.

E’ una cottura ideale per: pesce, carne bianca, verdura e frutta.

ALLA GRIGLIA
Il calore che raggiunge gli alimenti crea una gustosissima crosticina che mantiene l’interno morbido e l’esterno croccante.

Consigli pratici: per ottenere una cottura perfetta, la piastra deve essere caldissima; nel corso della cottura, l’alimento va girato di tanto in tanto, con una paletta e tolto dopo pochi minuti. Se, infatti, gli alimenti si lasciano troppo sul fuoco, si crea una crosta carbonizzata, dannosa per la salute. Ricorda che, i pezzi più grossi vanno messi ai lati della piastra e girati più spesso, in modo la farli cuocere lentamente.

Per una grigliata leggera e saporita: la carne va marinata per 2 ore in olio extra-vergine d’oliva, aceto o succo di limone e spezie, eliminando il liquido della marinatura prima della cottura; il pesce, invece, va marinato per un’ora con vino o succo di limone e erbe aromatiche fresche.

E’ una cottura ideale per: carne, pesce e verdure.

AL MICROONDE
Tra i principali vantaggi: la velocità, la praticità e la possibilità di cuocere senza l’aggiunta di grassi; la cottura avviene grazie al calore sprigionato dalle onde elettromagnetiche che vengono assorbite dal cibo e causano una vibrazione delle molecole d’acqua presenti.

Bisogna fare attenzione ai contenitori utilizzati per la cottura: si al vetro e alla terracotta; no ai metalli che respingono le microonde.

E’ una cottura ideale per quasi tutti i cibi; non è indicato però per la preparazione di pani e dolci a base di lievito di birra e non si possono cuocere le uova con il guscio.

LA PADELLA ANTIADERENTE
Ideale per chi ha poco tempo per stare ai fornelli e desidera mangiare in modo sano, la padella antiaderente permette di cuocere gli alimenti in modo veloce, senza aggiungere grassi e senza il pericolo che il cibo si attacchi.

E’ fondamentale non graffiare il fondo con forchette, coltelli o spugne ruvide; mescola con cucchiai di legno e, in caso di graffio sostituisci la pentola.

E’ una cottura ideale per: carni bianche, pesce, uova e verdure.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 9 Media: 5]