Home Dimagrire Bevande funzionali: fanno dimagrire o no?

Bevande funzionali: fanno dimagrire o no?

Se pensavate di aver scoperto proprio tutto sulle bevande da consumare per stare in forma ti dobbiamo contraddire con le bevande funzionali. Cosa sono? Fanno dimagrire?

Acqua funzionale- foto pixabay.com

Dalle bevande giuste per dimagrire alle bevande detox passando per le bibite da evitare abbiamo imparato che quello che si beve risulta fondamentale per il benessere generale e la forma fisica.

Ovviamente non sono intrugli miracolosi, ma consentono di purificare il corpo, ottenere un buon senso di sazietà e agevolare la perdita di peso. Tutto senza troppi sforzi.

Alla lista delle bevande benefiche si aggiungono le acque funzionali, veri e propri toccasana per mantenere la linea. Le acque funzionali Vitasnella, Levissima, Rocchetta e altre per intenderci!

Cosa sono le bevande funzionali

Le bevande funzionali contengono ingredienti con proprietà benefiche dell’organismo, ognuno con una funzione specifica.

Dalla prima smart water a stella e strisce del 1996, le acque aromatizzate in commercio hanno conquistato gli appassionati di fitness e tutti coloro che desiderano restare in forma.

Ma a ognuno il suo. Le formulazioni delle bevande funzionali vengono modificate in modo da ottenere risultati differenti: antistress, energetica, detox e così via.

E così è possibile trovare acque funzionali arricchite con vitamine (energetiche), acque arricchite di minerali (anti-stanchezza e antiossidanti), bevande a base di linfa di betulla (drenanti), varianti con acqua di cocco o cetriolo (detox) e prodotti con linfa di betulla (drenanti e depurative).

Tisane o bevande funzionali?

Non bisogna confondere le tisane con le bevande funzionali, soprattutto quando le loro proprietà si sovrappongono.

Da una parte ci sono le tisane realizzate con infusi di erbe che presentano proprietà variabili (preparazione, quantità e tipo di erbe) mentre dall’altra parte ci sono le acque funzionali che conservano tutti i principi attivi degli ingredienti addizionati.

Più in particolare il carattere “funzionale” presuppone un apporto di minerali e vitamine pari almeno al 15% dell’apporto giornaliero, qualcosa che non è possibile ricavare in modalità home made.

Ciò detto è possibile preparare le acque funzionali fai da te che ricordano quelle in commercio, seppur con risultati inferiori: sedano, ananas e pesche macerate in acqua (bevanda drenante), mirtillo, melograno e pomodori lasciati in acqua (bevanda antiossidante) o zenzero, limone e kiwi macerati in acqua (bevanda detox).

Fanno dimagrire?

Le acque funzionali non fanno dimagrire, vale a dire che non accelerano il metabolismo e non fanno bruciare più calorie. Ma perché il mercato di acque funzionali in Italia è florido?

Se allarghiamo il discorso, però, possiamo considerare le bevande funzionali dei veri alleati per il benessere e il percorso dimagrante.

Innanzitutto non apportano nessuna caloria, il che è già positivo rispetto ad altre bevande zuccherine e caloriche.

In secondo luogo creano un senso di sazietà (soprattutto lontano dai pasti) che impedisce di strafare a tavola oppure cadere nei cosiddetti sgarri alimentari.

A questo si aggiunge che si tratta di bevande che riescono a purificare l’organismo e a donare un extra energetico da impiegare nell’attività fisica (vera e propria alleata di qualsiasi dieta dimagrante).

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 0 Media: 0]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.