Mantenersi in linea mangiando il panino

Quando si ha poco tempo per cucinare o si è in vacanza, il sandwich è la soluzione più comoda.

Per non pesare sulla linea e sulla digestione, la scelta del pane e della farcitura sono fondamentali: un panino con salumi e formaggi, infatti, apporta dalle 400 alle 600 calorie, le quali aumentano se si aggiunge burro o maionese o se si sostituisce il pane con piadine o focacce.

Il primo passo da fare per preparare un panino gustoso e snellente, è scegliere il pane. Il pane di segale è quello più conveniente per chi desidera dimagrire (220 kcal ogni 100 g); si sale a 240 kcal con il pane integrale, a 250 kcal con il pane in cassetta; più ricchi di proteine e leggermente più calorici sono il pane di Altamura e quello toscano.

Da evitare, invece, le rosette (270 kcal), il pane all’olio o al latte (3oo kcal), le focacce, le pizze e le piadine, che in base al contenuto di olio o di strutto, possono superare anche le 320 kcal.

Dopo aver scelto il tipo di pane, si passa alla farcitura: per ottenere un panino salutare e dimagrante, evita gli insaccati e i formaggi. Privilegia frutta e ortaggi (tagliati a fette e conditi con un filo d’olio d’oliva), che hanno un elevato potere saziante e forniscono in media 20 calorie per 100 g di prodotto. In particolare, gli ortaggi colorati favoriscono la diuresi, svuotano l’intestino e attivano il metabolismo.

Al posto di carni, salumi e formaggi utilizza le uova sode, il pesce e i legumi lessati, che sono un’ottima fonte proteica; mentre, per ammorbidire il panino, sostituisci il burro o le salsine eccessivamente caloriche (come la maionese), con una salsa preparata frullando un pò di tonno al naturale, mezzo vasetto di yogurt e un paio di pomodorini.

Infine, quando prepari il panino, è buona abitudine eliminare la mollica in eccesso, che non nutre e si deposita sull’addome, provocando gonfiore.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 9 Media: 5]