Sale, amidi e lieviti gonfiano e appesantiscono

Sei a cena e, aspettando l’antipasto, sgranocchi qualche grissino e un po’ di pane; poi finalmente un bel piatto di pasta. Già senti il bottone dei pantaloni o della gonna che inizia a tirare, ma come rinunciare al dessert?

Pizza- foto pixabay.com

Così, la mattina dopo, ti senti gonfia, pesante e l’ago della bilancia si è spostato 2 kg in avanti: com’è possibile?

Quei chili non sono grasso, ma dipendono dall’aver consumato un pasto ricco di amidi, sale e lieviti! Se quest’atteggiamento è un’eccezione, non sorge nessun problema, ma quando inizia a diventare un’abitudine, il peso in eccesso si fissa nell’organismo.

Come comportarsi? Bisogna rinunciare ai cibi più amati (pizze, biscotti, pasta, snack…) per tutta la vita? Assolutamente no!

I cibi salati (patatine fritte, grissini e snack vari), pizze, focacce, biscotti sono gli alimenti più amati in assoluto, ma anche quelli che maggiormente favoriscono la formazione della ritenzione idrica e quindi il sovrappeso, a causa della presenza di amidi, lieviti e sale.

Non vanno eliminati dall’alimentazione, ma consumati occasionalmente, preferendo quelli di tipo integrale, biologico, a lievitazione naturale e con poco sale aggiunto. Se da un lato è vero che l’organismo ha bisogno di sodio, dall’altro bisogna fare attenzione a non introdurne più di 3 grammi al giorno, tenendo conto che esso è presente anche nei cibi precotti e nel dado da cucina.

Gli alimenti che contengono più amidi  in assoluto sono i cereali (pane, pasta…): essi si differenziano dagli altri tipi di carboidrati in quanto hanno bisogno di moltissima acqua per essere metabolizzati dall’organismo.

Anche questi non vanno eliminati dalla dieta, in quanto la giusta percentuale (il 50% delle calorie totali giornaliere) è indispensabile al corpo: per evitare gonfiori e sovrappeso è consigliabile scegliere gli amidi e i carboidrati provenienti da verdure (carciofi, zucchine, zucca…), tuberi (barbabietole, rapanelli, patate…), legumi e in quantità moderate da cereali non raffinati come pasta, riso e pane integrali.

Per condire ti consigliamo di usare l’olio extra-vergine d’oliva, le spezie e l’aceto di mele o di riso; bevi tisane e acqua minerale non gassata.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 4]