Calorie e benefici del pesce azzurro

Quando si parla di “pesce azzurro” si fa riferimento ad una vasta categoria di pesci che comprendono specie di forme e dimensioni diverse.

Sardine- foto pixabay.com

Si passa da quelli medio-piccoli (alici, sardine, sgombri, anguille) a quelli di dimensioni più grandi (tonno, pesce spada, palamita, alalunga).

Un fattore accomuna tutte queste specie: si tratta di pesci ricchi di proprietà benefiche per la salute e la linea.

Gustosi, versatili in cucina e disponibili tutto l’anno, i pesci che popolano il Mar Mediterraneo sono ricchissimi di proteine pregiate e digeribili, vitamine A, D, E, B, sali minerali (ferro, calcio, fosforo, selenio, fluoro e iodio) ed hanno un basso contenuto di grassi.

Non solo: il valore aggiunto è la qualità dei grassi presenti! Si tratta degli Omega 3 (grassi polinsaturi), che rallentano l’invecchiamento cellulare, proteggono il cuore e tengono basso il livello del colesterolo cattivo.

Il pesce azzurro può essere preparato in vari modi: crudo, marinato, alla piastra, al cartoccio… ottimo anche fritto o sott’olio, ma in questi casi l’apporto calorico aumenta. Meglio non esagerare!

Ecco i valori nutrizionali e le calorie delle specie più comuni di pesce azzurro (i valori si riferiscono a 100 g di prodotto).

Alice -> proteine: 16,8; grassi: 2,6; calorie: 96.
Sardina -> proteine: 20,8; grassi: 4,5; calorie: 129.
Sgombro -> proteine: 17; grassi: 11,1; calorie: 168.
Pesce spada -> proteine: 19,8; grassi: 4; calorie: 121.
Tonno -> proteine: 21,5; grassi: 8; calorie: 158.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 13 Media: 4]