Gli Omega 3: i benefici e l’alimentazione

Gli Omega 3 sono dei grassi fondamentali per l’organismo, rappresentati dall’acido alfalinolenico e  dagli acidi EPA (acido eicosapentaenoico) e DHA (acido docosaesaenoico).

I benefici degli omega 3

Gli Omega 3 hanno numerosi effetti curativi:

  • riducono i trigliceridi nel sangue;
  • favoriscono la produzione di eicosanoidi, che regolano la pressione arteriosa, l’aggregazione delle piastrine e hanno un effetto antinfiammatorio;
  • tonificano e donano elasticità ai vasi sanguigni.

Recenti studi scientifici hanno evidenziato che, una dieta ricca di Omega 3 migliora lo sviluppo cognitivo nei bambini e contrasta i processi degenerativi del cervello negli anziani (compreso l’Alzheimer).

Inoltre, nel nostro organismo, gli Omega 3 svolgono una funzione importantissima: proteggono la membrana di tutte le cellule e ne mantengono l’ossigenazione e l’integrità.

In particolare, la loro azione è fondamentale per le cellule del cervello: se queste vengono danneggiate, non sono in grado di riparare il danno riproducendosi con facilità come le altre cellule; gli Omega 3 favoriscono questo processo di autoriparazione.

Alimentazione ricca di omega 3

Poichè il corpo non è in grado di produrli, devono essere introdotti con l’alimentazione. I cibi ricchi di Omega 3 sono:

– i pesci azzurri (salmone, merluzzo, pesce spada, sardina…);
– i crostacei;
– i semi di lino interi;
– le noci;
– le alghe;
– i cereali integrali.

Questi alimenti consumati quotidianamente assicurano un giusto apporto di Omega 3.

Si sente spesso parlare dell’assunzione di Omega 3 in capsule di olio di pesce: in realtà, quest’assunzione è indicata solo nei soggetti con elevati livelli di trigliceridi nel sangue o nel caso in cui l’alimentazione non apporta una quantità adeguata di tali nutrienti.

Potrebbe interessarti anche: Benefici Omega 3: la dieta del salmone

L’idea…
Per fare il pieno di Omega 3, a pranzo mangia un trancio di salmone cotto al forno, spolverato con le noci e i semi di lino sminuzzati, condito con un cucchiaino di olio extra-vergine d’oliva a crudo.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 14 Media: 5]