Come mantenere i risultati raggiunti

Dopo aver depurato l’organismo dalle tossine ed aver eliminato i chili di troppo con una dieta specifica, è il momento ideale per dare uno sprint ai meccanismi naturali di smaltimento dei lipidi. Innanzitutto, ti consigliamo di seguire queste regole basilari:

  1. consuma frutta e dolci lontano dai pasti (come spuntino o merenda);
  2. sostituisci lo zucchero bianco con il miele e lo sciroppo d’acero, che sono drenanti e rivitalizzanti;
  3. consuma 5 pasti al giorno, in modo da mantenere sempre attivo il metabolismo.

Per non perdere i benefici raggiungi con la dieta che hai seguito, sono sufficienti alcuni piccoli accorgimenti alimentari. Importanti sono gli alimenti ricchi di amminoacidi come i latticini (in particolare lo yogurt, il latte, la ricotta e i formaggi poco grassi) e i cereali, che apportano energia e contengono elevate quantità di “cisteina”, che partecipa alla sintesi del glutatione, il più potente antiossidante del nostro organismo.

Per tonificare le flaccidità che generalmente compaiono quando si dimagrisce, ogni sera fai un massaggio sulle zone critiche con un cucchiaio di olio di olivello spinoso: aiuta a rassodare!

Inoltre, per favorire la regolarizzazione del metabolismo, un ruolo fondamentale è svolto dallo iodio, un oligoelemento necessario per la produzione degli ormoni della tiroide; gli alimenti che ne sono particolarmente ricchi sono i crostacei, i frutti di mare e il merluzzo, ma il principale modo per introdurre lo iodio nella dieta è l’utilizzo del sale iodato (in piccole quantità per non creare assuefazione al sapore salato e favorire la ritenzione idrica).

Ricorda però che gli alimenti ricchi di iodio vanno consumati durante il giorno, in quanto potrebbero compromettere la qualità del sonno che è indispensabile per mantenere attivi gli ormoni bruciagrassi.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 6 Media: 4]