Scopriamo lo zenzero!

Lo zenzero è un tubero originario delle regioni dell’India e della Malesia, che da molto tempo è entrato a fare parte della nostra alimentazione. In Europa lo zenzero è diffuso soprattutto in Inghilterra, a causa degli echi coloniali, dove viene impiegato nella preparazione i primi piatti ma anche nella creazione di dolci tradizionali come il gingerbread, il pane natalizio o l’omino di pan di zenzero, tradizionale dolcetto che viene fatto in occasione delle feste.

Lo zenzero viene impiegato anche nella creazione di molte bibite, ricordiamoci che la sua traduzione è ‘ginger’ in lingua inglese, quindi molte bibite che riportano questo nome, anche italiane, lo contengono.

zenzero

Il sapore dello zenzero è molto acuto, quasi piccante e speciale sotto ogni punto di vista. Dal punto di vista nutrizionale si tratta di un tubero molto prezioso, in quanto svolge un’azione disinfettante e antisettica del cavo orale e del sistema digestivo. La sua composizione è in maggior parte costituita da carboidrati, circa l’80% del totale, seguita da proteine e da un basso contenuto di grassi.

Si tratta di un vegetale molto ricco di acqua che tende però a disidratarsi in fretta se non viene conservato in un luogo fresco e asciutto una volta raccolto. Lo zenzero offre una funziona antispastica e anti nausea molto intensa, infatti viene spesso consigliato per la dieta in gravidanza per placare le nausee del primo trimestre in modo naturale e impiegato in decotto per favorire la digestione, soprattutto in seguito ad un pasto pesante.

Lo zenzero si presenta come un ottimo coadiuvante nelle diete dimagranti, in quanto offre una funziona attivante del metabolismo e aumenta la salute del sistema ematico. La sua funzione antiparassitaria e antibiotica aiuta inoltre ad aumentare la forza del metabolismo e quindi ad affrontare in modo più importante le diete dimagranti. Si tratta di un alimento che chiede di essere consumato con la giusta parsimonia, in quanto se assunto in piccole dosi è benefico, mentre se abusato può portare irritazioni a livello del sistema digerente, soprattutto dell’intestino.

Lo zenzero può essere grattugiato nell’insalata per renderla più sfiziosa, aggiunto agli intingoli per la carne, soprattutto per il pollo e il pesce per creare delle ricette fantasiose e impiegato nella preparazione di dolci da forno e al cucchiaio. Un impiego benefico dello zenzero è il decotto, che può essere consumato al mattino per depurare l’organismo o dopo i pasti per facilitare la digestione. E’ sufficiente grattugiare un po’ di polpa e portarla ad ebollizione con acqua, per poi aggiungere succo di limone e un p’ di miele. In questo modo si crea una bevanda calda benefica, ideale per disinfettare le vie aeree e per rendere il sonno più lungo e costante.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 11 Media: 5]

ValeriaM

Informazioni sull'autore
Laureata in Filologia Classica, da sempre appassionata di scrittura e copywriting. Classe 1989, ama leggere, andare al cinema e a teatro, allevare cani e gatti e mangiare i biscotti di Bellagio.
Tutti i post di ValeriaM