Le farine del benessere

Il pane è la base dell’alimentazione quotidiana e, inserito in una dieta bilanciata, contribuisce al benessere di tutto l’organismo.

Anche chi segue una dieta non può eliminarlo totalmente dall’alimentazione. Può essere gustato:

  • a colazione (50 g) con un velo di miele o confettura biologica, oppure se preferisci il gusto salato, con formaggio fresco e magro o prosciutto senza polifosfati;
  • a merenda, per spuntini veloci, ricchi di gusto e valori nutrizionali;
  • a pranzo o a cena (50 g a pasto), evitando di abbinarlo a pasta, riso o altre fonti di carboidrati, ma gustato con verdure e un alimento proteico come legumi, pesce, uova o carne.

Il pane può essere preparato anche a casa: ideale è la farina di kamut, particolarmente ricca di selenio, ottimo per combattere i radicali liberi e l’invecchiamento dei tessuti. Se a questa farina unisci del germe di grano e della farina di lino, le proprietà antiossidanti si moltiplicano, in quanto questi ingredienti apportano buone dosi di Omega 3 e acidi grassi essenziali.

La polpa dell’uva rossa e delle olive, ricche di polifenoli, aggiunte all’impasto del pane, aiutano cuore e arterie.

COME PREPARARLO

Prepara il lievito con un pò di farina, acqua, un cucchiaino di miele e un cubetto di lievito do birra bio. Quando l’impasto avrà raddoppiato di volume, impastalo con 800 g di farina di kamut, 100 g di farina di lino, 50 g di germe di grano in polvere, acqua e un cucchiaino di sale marino integrale.

Lascia lievitare, finchè non raddoppi di volume e prepara le pagnotte. Nel forno pre-riscaldato a 200°C, metti un pentolino pieno d’acqua (che evaporando manterrà l’umidità) e il pane da cuocere. Prosegui la cottura fino a doratura.

Se soffri di stitichezza, regolarizza l’intestino con il pane integrale e il pane di semi di lino, ricchi di mucillagini che favoriscono il transito intestinale.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 10 Media: 4]