Birra: proprietà e benefici per la salute

La salute è il risultato di un sano regime alimentare e, più in generale, di un corretto stile di vita. Tuttavia, ogni singolo alimento ingerito influenza, nel suo piccolo, lo stato di benessere di un individuo.

Anche la birra, le cui proprietà sono spesso poco note, può avere riscontri positivi o negativi sulla salute, a seconda del consumo e del modo in cui viene inserita nella dieta.

LE PROPRIETA’

La birra contiene circa il 90-93% di acqua in cui sono disciolti minerali (potassio, magnesio), microelementi (zinco, selenio) e vitamine idrosolubili come la B2, la B3 e i folati, necessari per il sistema nervoso.

In base alla qualità della birra, si possono trovare anche aminoacidi, carboidrati (destrine e maltosio), fibre solubili disintossicanti e polifenoli cardioprotettivi.

Questa bevanda contiene anche alcol (3-4 grammi per 100 cc), che apporta circa 7 kcal per grammo.

I VANTAGGI PER LA SALUTE

A molti può sembrare strano sentir parlare di vantaggi per la salute associati alla birra. In realtà sono numerose le ricerche che hanno evidenziato gli effetti benefici di questa bevanda, a patto che la si consumi con moderazione (massimo 2 bicchieri al giorno).

Da uno studio europeo, durato 6 anni, condotto su un campione di donne, è emerso che bere una quantità moderata di birra protegge del diabete di tipo II: le donne che bevevano quantità moderate di alcol, rispetto alle astemie e alle forte bevitrici, presentavano un minor rischio di ammalarsi di diabete.

Inoltre:

  • migliore l’umore;
  • la birra chiara rilassa corpo e mente, combattendo lo stress;
  • previene l’osteoporosi: il silicio è un nutriente importante per la salute delle ossa, presente in elevate quantità nella birra;
  • disseta e idrata il corpo, soprattutto in caso di sudorazione: è molto ricca di acqua, potassio e vitamine del gruppo B;
  • abbassa il colesterolo cattivo: il merito è dell’orzo e del contenuto di polifenoli, potenti antiossidanti.

LA BIRRA E LA DIETA

La sua fama di essere una bevanda ingrassante, che crea gonfiore, dipende dalla quantità ingerita e dal tipo di alimentazione (spesso troppo ricca e grassa).

Abbinata agli alimenti giusti, la birra, non provoca gonfiore addominale e favorisce la peristalsi.

Con la pizza e i primi piatti: con la pizza è tradizione, ma non è un abbinamento consigliato, in quanto aumenta le fermentazioni intestinali e quindi il gonfiore. Per chi non vuole rinunciare, si consiglia di scegliere birre non molto frizzanti.

Con carne e pesce: è l’abbinamento migliore. Per la carne bianca scegli lager e pilsner, per quella rossa meglio una belga o una scotch ale. Per il pesce, invece, orientati sulla plis bavarese, non troppo amara, oppure sulla lager.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 9 Media: 4.2]