Diabete: la frutta secca lo previene

Sono ormai ben noti gli effetti benefici della frutta secca sulla nostra salute.

Mandorle e noci, ad esempio, sono ricchissime di acidi grassi di alta qualità, capaci di ridurre i livelli del colesterolo cattivo ed innalzare quello buono. Inoltre, contengono una discreta quantità di fibre, che facilitano l’attività intestinale e una buona dose di minerali, preziosi per gli sportivi.

La grande novità arriva da un recente studio che ha dimostrato l’effetto preventivo dei frutti con guscio sul diabete.

Nel corso della ricerca, durata 16 anni, sono state tenute sotto osservazione circa 80mila persone di età compresa tra i 39 e i 59 anni, in buone condizioni di salute, confrontando le loro abitudini alimentari con le malattie sviluppate nel corso degli anni di durata della ricerca.

E’ emerso che, chi aveva consumato regolarmente circa 150 g di frutta secca alla settimana presentava un rischio tre volte minore di insorgenza del diabete, a prescindere dall’età, dalla familiarità con la malattia, dallo stile di vita e dal fumo.

Insomma, un consumo moderato di frutta secca non può che far bene all’organismo!

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 10 Media: 4.1]