Home Ricette Light La dieta giusta per chi soffre di diabete

La dieta giusta per chi soffre di diabete

mangiare-fuori

Chi scopre di soffrire di diabete molto spesso si rassegna ad una vita alimentare di provazioni con un regime dietetico rigido e che a volte porta grandi frustazioni. In realtà però non deve essere per forza così, se soffri di diabete infatti puoi consumare lo stesso alcuni cibi gustosi e golosi, ovviamente senza esagerare, infatti anche se soffri di diabete 2 i carboidrati e gli zuccheri sono ammessi. Ti basterà seguire una dieta adatta per tenere bassa la glicemia e scegliere le ricette giuste per tenere sotto controllo l’insulina nel sangue. La distanza fra un pasto e l’altro va poi va adattata all’alternarsi dei livelli glicemici durante il giorno, ma pure in base alle necessità individuali. Una dieta equilibrata comprende i tre pasti principali ossia colazione, pranzo e cena, fra i quali si trovano un paio di spuntini che forniscono un apporto costante di glucidi ed evitano non solo le punte di glicemia, ossia iperglicemia, dopo il pasto, ma anche l’ipoglicemia tra un pasto e l’ altro.

Vediamo allora quali sono gli alimenti che possono tenere sotto controllo l’insulina.

I Carboidrati

Il pane e la pasta sono degli alimenti fondamentali per la salute del nostro organismo rappresentano infatti il suo carburante principale, basti pensare che il 45-60% delle calorie quotidiane devono arrivare sotto forma di carboidrati nel corpo. Secondo i dietologi inoltre una porzione di riso, pasta e pane deve essere contenuto in ognuno dei tre pasti principali: colazione, pranzo e cena. Ovviamente cercate sempre di non esagerare, scegliete il pane integrale o il pane di semola di grano duro, come quello pugliese di Altamura, poichè questi alimenti possiedono un indice glicemico più basso rispetto alla maggior parte degli altri tipi di pane, o dei prodotti con farina di grano tenero.

Controlla sempre di non esagerare le porzioni e non sommare mai insieme nello stesso pasto diversi tipi di carboidrati. Ricorda poi che gli spaghetti e i maccheroni del supermercato, di farina di grano duro, sono molto meglio delle tagliatelle fatte in casa costruite con farina di grano tenero. Se vuoi tenerti ancora più in forma scegli la pasta con farina integrale. Questo vale anche per il riso, infatti è meglio mangiarlo integrale o condito con molta verdura, per ridurre l’indice glicemico. Se pensi che il riso bianco bollito, da solo sia magro ti consigliamo di ricrederti visto che secondo alcuni studi scientifici questo piatto fa invece alzare la glicemia. Le patate infine hanno un indice glicemico più elevato di pane e pasta, consumale bollite e fredde, in modo da abbassare il loro indice glicemico.

Le Proteine

Secondo i nutrizionisti gli alimenti ricchi di proteine spesso contengono anche molti grassi saturi, i quali sono più mangiare_frutta_e_verdura1dannosi per la salute delle arterie, per questo motivo limiate di molto il consumo di carne di vitello o manzo grassa, ma anche i formaggi, soprattutto se sono stagionati. No anche ai salumi, gli unici consentiti sono il prosciutto cotto o crudo, e la bresaola. Se vuoi consumare proteine ti consigliamo la carne bianca o il pesce , ottimo pure il pesce impanato che contiene carboidrati e proteine insieme.

Una volta a settimana mangia le uova, questi alimenti sono ricchidi proteine, ma contengono un po’ di grassi. Consumate pure tante porzioni di legumi, questi infatti sono ricchi di proteine buone, carboidrati complessi e fibre. Ottima anche l’associazione fra cereali e legumi come piatto unico. Qual’è il pasto ideale dunque? quello formato da pasta e fagioli, con in aggiunta verdura e frutta. Un’attenzione particolare ai formaggi che hanno un elevato contenuto di grassi saturi e colesterolo, per questo è fondamentale limitarne il consumo a due o massimo tre volte la settimana. Se proprio lo desiderate scegliere ricotta o formaggi freschi, o light.

Le Fibre

Le fibre sono un elemento fondamentale da inserire nell’alimentazione di un diabetico. Infatti le fibre permettono di assorbire in modo graduale tutti gli altri alimenti. Per capirci meglio pensate che se inserite gli zuccheri di un dolce in un pasto ricco di fibre, inoltre le fibre possono assorbine anche gli zuccheri dei carboidrati complessi come pane e pasta, che vengono assorbiti dall’organismo più lentamente, aiutando a evitare un rialzo brusco della glicemia. Inoltre un pasto ricco di fibre sazia molto di più e prima, secondo i nutrizionisti e i medici esperti il fabbisogno medio giornaliero raccomandato di fibre è di circa 40 grammi.

Una mela da 150 grammi contiene ben 3 grammi di fibre, mentre un etto di fagioli ha 5 grammi di fibre ed infine un etto di piselli conta 7 grammi di fibre. Ottime allora le verdure e gli ortaggi, perfetti anche tutti i prodotti integrali come pasta, riso, pane e altro ancora. Come regola pensate che il consumo giornaliero di cinque porzioni di verdura o frutta, e di quattro porzioni a settimana di legumi, può permettere di fornire il minimo fabbisogno di fibre.

 

 Per approfondimenti:

Su DietaGratis.com

Diabete: le cause e la dieta

Diabete: come controllarlo

Il diabete e l’alimentazione

Previeni il diabete con le verdure

Diabete: la frutta secca lo previene

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 6 Media: 4.2]