Home Dieta e Salute Colesterolo alto: alimentazione e dieta consigliata

Colesterolo alto: alimentazione e dieta consigliata

Il colesterolo è un a sostanza grassa che serve al nostro organismo per favorire il corretto funzionamento delle membrane cellulari. I problemi  però insorgono quando il colesterolo supera un determinato limite, in questo caso infatti si rischia di essere colpiti da infarto o ictus.

Mangiare-sano

È però possibile tenere sotto controllo il livello di colesterolo seguendo una corretta alimentazione riducendo il colesterolo cattivo, ossia quello LDL favorendo il colesterolo buono, ossia quello HDL.

Cause e sintomi del colesterolo alto

Mangiano assorbiamo grasso, il quale viene assorbito dall’intestino e arriva poi al fegato. Viene poi distruibuito in tutto il corpo e utilizzato o come fonte di energia, oppure come deposito per le cellule adipose. Il fegato invece converte il grasso in colesterolo o trigliceridi. Essi sono poi incorporati nelle lipoproteine e vengono distribuite a tutte le cellule adipose attraverso il circolo sanguigno.

Quando il colesterolo cattivo viene catturato da cellule speciali e depositato poi sulle pareti dei vasi sanguigni, si parla di aterosclerosi. Tale processo porta al restringimento di vasi sanguigni e di conseguenza a ictus e attacchi cardiaci. Il colesterolo non è solo cattivo. Vi è infatti il colesterolo HDL che aiuta a raccogliere l’LDL e a prevenire infarti.

Vi sono diverse cause che fanno apparire il colesterolo alto. Solitamente è ereditario. In ogni caso la causa principale del colesterolo alto è il cibo troppo ricco di grasso e di colesterolo. Alcune persone per via dei problemi medici vedono aumentare i livelli del colesterolo. Tra queste malattie troviamo obesità, diabete, problemi alla ghiandola tiroidea e malattie genetiche. Alcune volte anche lo stress può portare all’aumento dei livelli di colesterolo.

Per quanto riguarda i sintomi del colesterolo alto invece, molto spesso non vi sono. Purtroppo non vi sono sintomi evidenti nonostante sia un problema che predispone il paziente a pericoli molto seri. L’unico modo per sapere se il colesterolo alto è effettuare regolarmente analisi del sangue.

Combattere il colesterolo con la dieta

Per combattere il colesterolo alto è necessario seguire alcune linee guida. Ad esempio è necessario che non più del 30% delle calorie giornaliere, sia proveniente dai grassi. Questo significa che all’incirca un uomo adulto non deve assumere più di 66 grammi al giorno di grassi. Un hamburger ad esempio, ne contiene circa 21. I grassi saturi dovrebbero essere non più dell’8-10% delle calorie giornaliere, circa 18 grammi al giorno per un adulto.

Il colesterolo non va assunto in quantità superiori alle 300 mg al giorno, significa che non va mangiato più di un uovo al giorno visto che ne contiene circa 300 mg di colesterolo. In un giorno non deve essere assimilato più di 2400 mg di sodio al giorno.

Alimenti che abbassano il colesterolo

  • Avena: Bastano anche solo due porzioni di avena per abbassare il colesterolo LDL di un valore pari a 5,63% in sole sei settimane. Ciò grazie al beta-glucano che è in grado di assorbire il colesterolo LDL, aiutando il corpo di espellerlo.
  • Vino rosso: Uno studio che è stato compiuto dal dipartimento di nutrizione e metabolismo dell’Universidad Complutense di Madrid, ha spiegato come l’uva rossa è in grado di agire sul colesterolo, grazie al suo alto altissimo contenuto di fibre. Il consumo di vino rosso porterebbe ad una diminuzione del colesterolo dei valori LDL che va fra il 9% e il 12%.
  • Salmone fresco: Una ricerca fatta dalla Loma Linda University invece ha dimostrato che lOmega3 contenuto nel pesce e in altri alimenti è in grado di aiutare a prevenire malattie cardiache e la demenza senile implementando al tempo stesso i valori del colesterolo buono sino al 4%. Largo spazio duqnue a salmone, aringhe e sardine per abbassare il colesterolo grazie ai grassi acidi essenziali.
  • Noci: Le noci sono ottimi alleati per abbassare il colesterolo. Uno studio condotto dall’ American Journal of Clinical Nutrition, ha chiarito che consumare 42,50 grammi al giorno di noci intere, sei giorni alla settimana per un mese, permetterà di ridurre il vostro colesterolo totale del 5,4 e quello LDL del 9,3%. Attenzione però come sempre a non eccedere perchè le noci possono anche essere grasse.
  • Fagioli: I fagioli sono un legume prodigioso contro il colesterolo tanto che sono in grado di far diminuire, se consumati regolarmente, il colesterolo LDL dell’8%. Secondo molte ricerche questo legume povero, ma ricchissimo di fibre, sarebbe in gradi di rallentare la velocità di assorbimento del colesterolo nel corpo umano.
  • : Il tè nero è utile per ridurre i lipidi presenti nel sangue sino al 10% se consumato anche solo in un periodo breve di tre settimane. Inoltre questa bevanda è ottima come antidoto per la salvaguardia delle malattie coronariche e per contrastare l’azione degli antiossidanti.
  • Cioccolato: Uno studio compiuto nel 2007 e pubblicato sull’ American Journal of Clinical Nutrition ha affermato che il cioccolato, oltre ad essere un ottimo antiossidante, può aiutare a risollevare i valori del colesterolo HDL ( con un valore pari a +24% in sole dodici settimane). Il migliore in questo senso è il cioccolato extrafondente con un’alta percentuale di cacao che deve essere di almeno il 70%.
  • Margarina: Gli steroli vegetali o fitosteroli sono infatti in grado di bloccare l’assorbimento del colesterolo nell’intestino umano. Dunque se avete un livello alto di colesterolo LDL si consiglia di eliminare il burro e preferire la margarina vegetale, meglio ancora poi se si sceglie l’olio d’oliva.
  • Spinaci: Gli spinaci, come anche tutti gli ortaggi che sono a foglia verde insieme con i tuorli d’uovo, sono ricchi di luteina, una sostanza preziosa per contrastare la degenerazione della macula, che è la principale causa di cecità, ma non solo… Questi ortaggi infatti sono ricchi di luteina che aiuta a ripulire l’organismo eliminando il colesterolo in eccesso.
  • Avocado: Gli avocado sono un importante fonte di grassi mono-insaturi, ottimi per aiutare il nostro cuore a eliminare il colesterolo cattivo, aumentando nel contempo il colesterolo HDL.
  • Aglio: L’aglio secondo alcune recenti ricerche, è ricco di proprietà uniche ottime per la nsotra salute. L’aglio infatti regola la pressione, previene i coaguli del sangue, ti protegge contro le infezioni e inoltre abbassa il colesterolo. Inoltre l’aglio riesce a rendere le arterie molto più elastiche e più resistenti alla formazione di placche di colesterolo. Il consiglio è quello di consumare due o quattro spicchi di aglio fresco ogni giorno.
  • Olio d’oliva: L’olio d’oliva è uno degli alimenti base della dieta mediterranea, ottimo rimedio per abbassare i livelli di colesterolo-LDL e ridurre i grassi corporei, grazie all’azione degli acidi grassi mono-insaturi che sono contenuti in esso. Dunque per condire i vostri piatti e sconfiggere il colesterolo scegliete l’olio d’oliva.

Alimenti da evitare

uovos

Per mantenere sotto controllo il colesterlo, vi sono alcuni alimenti da limitare e se possibile, l’ideale sarebbe eliminarli! Vediamo quali sono:

  • Oli vegetali saturi: cioè l’olio di palma e l’olio di cocco
  • Grassi animali: in particolar modo lardo, panna, strutto e burro
  • Pasta all’uovo e tutti quei prodotti confezionati che contengono uova. Non più di 2-3 uova a settimana.
  • Frattaglie: soprattutto cervello, reni e fegato. Lo stesso vale per gli insaccati, che contengono grandi percentuali di grassi saturi e colesterolo. Possono essere consumati 2 volte a settimana quegli insaccati magri come la bresaola o ai quali è possibile togliere il grasso. Non più di 50 grammi a portata.
  • Bevande alcoliche
  • Caffè: migliore quello di qualità arabico perché pregiato e con meno caffeina. Non più di tre tazzine al giorno.
  • Frutti esotici come le noci di cocco e l’avocado
  • Latte intero e latte condensato, formatti con molti grassi saturi e yogurt intero.

Stile di vita, alcuni consigli

L’alimentazione non è la sola responsabile del colesterolo alto. Ecco che, seguire alcuni principi di uno stile di vita sano, possono aiutare. Gli esperti consigliano di non fumare perché le sostanze rilasciate oltre a danneggiare le arterie, abbassano anche i livelli di colesterolo buono. E’ importante praticare attività sportiva, perché vi è un aumento di colesterlo HDL. Si a sport aerobici come la ginnastica aerobica, il ballo, il ciclismo, il calcio, il nuoto, la pallavolo. Mantenere un buon peso forma, soprattutto eliminare i chili di troppo sul girovita.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 7 Media: 5]