Sindrome premestruale: cibi che alleviano i sintomi

Con il termine “sindrome premestruale” si fa riferimento ad una serie di sintomi di natura fisica e psichica che coinvolgono la donna nei 10-14 giorni precedenti la comparsa della mestruazione.

I sintomi sono vari e generalmente comprendono: mal di testa, gonfiore addominale, ritenzione idrica con conseguente aumento di peso, caviglie gonfie, dolore al seno, stipsi, variazioni dell’appetito con un maggiore bisogno di alimenti dolci o salati, sbalzi d’umore, stanchezza, dolori alla schiena e stitichezza.

L’intensità di questi disturbi varia da donna a donna e, in alcuni casi (4-7%), è tale da compromettere lo svolgimento delle normali attività quotidiane.

In linea generale, le cause dei sintomi della sindrome premestruale derivano da un aumento degli estrogeni nel sangue e da una sovraproduzione ormonale da parte dell’ipofisi.

Recenti studi hanno giustificato questi disturbi con una carenza di seretonina, un neurotrasmettitore la cui mancanza spiegherebbe la comparsa dei sintomi legati alla sfera emotiva (irritabilità, umore ballerino, ecc…).

Il ciclo mestruale segnala lo stato di salute di una donna e una sua alterazione può essere legata a diversi fattori quali: un’alimentazione scorretta, sovrappeso o sottopeso, stress, sistema immunitario debole o squilibri ormonali.

Gran parte dei sintomi della sindrome premestruale può essere alleviata con un’alimentazione corretta. In base ai tuoi disturbi, ecco i cibi da evitare e quelli adatti a te.

GONFIORE e RITENZIONE IDRICA: è dovuto ad un aumento del progesterone e del bisogno di zuccheri, e ciò causa un aumento di peso anche rilevante.

Riduci al minimo il consumo di sale e alimenti che ne sono ricchi, come salumi, formaggi stagionati, patatine. Consigliate, invece, insalate di verdure cotta con semi di finocchio, pesce, riso lesso, verdure cotte al vapore; è importante bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno.

MAL DI TESTA: nelle donne predisposte, la comparsa è favorita dal calo degli estrogeni. E’ bene ridurre i cibi ad alto contenuto di tiramina (formaggi stagionati, cioccolata, alcolici, tè, caffè e bevande contenenti cola) e quelli contenenti glutammato. Utile invece il succo di mela trasparente senza zucchero, caldo, con 2 cucchiaini di agar agar in polvere.

ANSIA: elimina caffè e bibite a base di cola che accentuano la tensione.

MAL DI PANCIA: è legata agli sbalzi di serotonina. E’ consigliato il consumo di mele, pere e yogurt che stimolano le funzioni intestinali; utili anche gli infusi di camomilla.

INSONNIA: elimina caffè e bibite a base di cola. Prima di andare a dormire bevi un bicchiere di latte caldo con un cucchiaino di miele.

Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 17 Media: 5]