I cibi salva umore

Apatia, stanchezza, sonnolenza, aumento dell’appetito (in particolare cresce il desiderio di carboidrati come pasta, pizza, pane): sono questi i sintomi più comuni che interessano un gran numero di soggetti durante i mesi invernali.

In questo periodo dell’anno le giornate si accorciano, la luminosità diminuisce e il corpo si deve adattare alla nuova temperatura. In alcuni soggetti questo adattamento avviene in modo automatico, senza problemi; in altri, invece, crea qualche disturbo.

Ciò dipende da un mal funzionamento dell’ipotalamo, regione del cervello in cui hanno sede l’orologio biologico e la ghiandola pineale, che controlla l’adattamento del fisico all’intensità e alla durata della luce.

In presenza di luce questa ghiandola produce seretonina (l’ormone che migliora l’umore e regola l’appetito), mentre in presenza di buio produce melatonina, l’ormone che stimola il bisogno di riposo e abbassa il tono dell’umore.

Niente paura però: i cibi giusti possono far tornare l’umore al top e salvare la linea! Basta saper scegliere!

Ecco i cibi salva-umore:

  • noci e mandorle (ne puoi mangiare 3 al giorno): la presenza di zinco contrasta ansia e depressione;
  • patate: sono particolarmente ricche di selenio. Puoi mangiarle cotte al vapore, lesse o al forno, 2-3 volte alla settimana, al posto del pane o della pasta;
  • riso: apporta vitamine rigeneranti per il cervello;
  • spezie (cannella, cumino e cardamomo): proteggono il sistema nervoso;
  • sgombro: ricco di Omega 3 riduce i rischi di sindromi depressivi e ansiose;
  • pasta e fagioli: un accoppiata vincente! Il piatto fornisce carboidrati e proteine verdi che nutrono i muscoli e il cervello;
  • farro integrale: stimola le funzioni celebrali e aumenta la produzione di seretonina.
Ti è piaciuto l'articolo? Dai un voto!
[Totale: 8 Media: 5]